L’Università firma un accordo per scambi con il Centro per la prevenzione della radicalizzazione di Montreal

E’ stato firmato nei giorni scorsi in Canada un accordo di collaborazione scientifica e per lo scambio di studenti e docenti tra l’Università di Siena e il Centre for the Prevention of Radicalization Leading to Violence (CPRLV) di Montreal. Il Centro dal 2015 promuove azioni educative di prevenzione dei fenomeni di radicalizzazione violenta, di natura politica, culturale e religiosa.

Il professor Claudio Melacarne, del Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale di Arezzo, insieme a Dante Caramellino, docente a contratto presso lo stesso Dipartimento, è uno dei promotori dell’accordo.

“Grazie a questo protocollo di intesa – spiega Melacarne – sarà organizzata una settimana di mobilità presso il CPRLV, che coinvolgerà 12 studenti del master in Multicultural Diversity Management e del corso di laurea triennale in Scienze dell’educazione e della formazione con sede ad Arezzo. E’ un’azione importante a sostegno all’internazionalizzazione dei corsi di laurea e dei master dell’Università di Siena, finanziata nell’ambito del Progetto FORWARD, sulla formazione, la ricerca e lo sviluppo di strategie per prevenire la radicalizzazione e supportare l’integrazione, del Dipartimento dell’Ateneo con sede ad Arezzo. L’obiettivo d questa nuova intesa è quello di incrementare le collaborazioni transnazionali e permettere ai futuri professionisti dell’educazione e della formazione di acquisire quelle competenze utili per diventare esperti nei processi di prevenzione dei fenomeni di radicalizzazione”.