Mattesini e Agnolucci: “una sede stabile per l’hospice”

Dichiarazione dei consiglieri comunale Donella Mattesini e Angiolo Agnolucci

Donella Mattesini

L’hospice di Arezzo si prepara nuovamente a cambiare sede. Per una ragione probabilmente legata al riacutizzarsi dell’emergenza Covid ma che crea comunque sconcerto e timore. Rimane, quindi, la preoccupazione sul presente e sul futuro di questo servizio fondamentale della sanità pubblica che risponde alle esigenze dei malati terminali. Parliamo di persone e quindi di famiglie che affrontano una situazione drammatica.

L’hospice deve avere una soluzione che non sia legata ad emergenze e quindi suscettibile di continui cambiamenti. Alla Direzione della Asl Tse  chiediamo un progetto che definisca  in maniera stabile e certa la migliore soluzione possibile per l’hospice, servizio essenziale e di alta qualità per garantire dignità al fine vita e fortemente apprezzato dalla famiglie per la qualità del lavoro degli operatori. Al Sindaco Ghinelli e al Comune di Arezzo chiediamo di collaborare con l’azienda sanitaria perché questa soluzione definitiva  arrivi nel più breve tempo possibile.