Mostra del libro per ragazzi di Bibbiena: l’illustratrice Sara Brezzi terrà un laboratorio

Mancano pochi giorni all’inaugurazione della Mostra del Libro per Ragazzi 2020 che aprirà le sue porte al pubblico presso il Centro Italiano di Fotografia di Autore il 24 Febbraio. L’evento è promosso ed organizzato dal Comune di Bibbiena, Biblioteca in collaborazione con Lina Giorgi ( per il calendario www.favoledigitali.com).

Quest’anno tra le tante novità che arricchiranno l’evento ci sarà un laboratorio di illustrazione tenuto dall’illustratrice Sara Brezzi.

Il laboratorio dal titolo “Il mestiere dell’illustratore”, si svolgerà in due date 29 Febbraio e 6 Marzo e consiste nel mostrare ai bambini come si realizza un albo illustrato. La data del 26 Febbraio è già sold out.

Sara è casentinese ma di strada ne ha fatta tanta in una professione creativa che esige tempo, spazi, ma soprattutto tanti sacrifici e formazione continua. La sua storia è molto bella perché offre ai più giovani tanti spunti nel loro percorso di vita e di scelte; ci dimostra che nella vita le aspirazioni e le inclinazioni vanno prese sul serio e che ci sono opportunità nascoste in ogni nostra piccola passione.

Sara Brezzi nasce a Poppi nel 1980 in una famiglia in cui i libri sono un elemento più che familiare e non certo a livello decorativo: il padre Sandro, scomparso tre anni fa, è stato colui che per lunghi anni ha tenuto le chiavi morali e materiali del Castello di Poppi e di tutti i suoi tesori culturali, oltre che promotore di tantissime iniziative a livello internazionale incentrate proprio sui libri; la madre insegnante da una vita nelle scuole dell’Infanzia.

Sara è cresciuta così, tra le filze della Rilliana, rapita dalle illustrazioni con colorazioni preziose e albi illustrati. Dopo il Liceo Scientifico si iscrive all’Università laureandosi poi in Scienze per i Beni Culturali con una tesi sulla illustrazione. Fino a quel momento questo ambito Sara lo aveva accarezzato soltanto in modo solo teorico. Poi la scintilla. Inizia a prendere confidenza con le tecniche digitali che diventeranno il suo pane quotidiano e a fare prove col suo talento. Grazie ai social scopre che le sue creature piacciono e da lì spicca il volo e quella che fino a poco tempo prima era solo una passione diventa una professione vera e propria.

La svolta arriva con il Bologna Children’s book fair, un evento nel quale Sara presenta con soddisfazione i suoi lavori e attraverso il quale inizia a lavorare a livello nazionale ed internazionale. Oggi collabora con importanti case editrici a progetti importanti e continua nella sua formazione personale che dice essere ” fondamentale”. Sta seguendo il master di Ars in fFabula di Macerata e non smette di studiare, di essere curiosa, di crescere.

Ma Sara, come tutte le persone creative sa sognare in grande, da qui i suoi progetti sugli albi illustrati, uno tra tutti “La forma del cuore” che verrà presentato a Bologna alla mostra del libro con la casa editrice Storie Cucite. Ma i lavori importanti non finiscono qui. Da citare, tra tutti, le illustrazioni commissionate dalla casa editrice Lapis per la Bibbia dedicata ai ragazzi. La nostra illustratrice, tra i tanti impegni, pensa anche alla sua terra, mettendo un mattoncino su un progetto innovativo per il Casentino, qualcosa di appena abbozzato sul quale sta mettendo un pezzo di cuore.

Sara commenta: “Se posso dare un consiglio ai giovani è quello di non darsi mai limiti e di continuare a coltivare le proprie passioni, anche quando qualcuno ti dice che non vale la pena. In realtà dai nostri sogni emergono sempre cose belle e importati per la vita. Altra cosa, non fermarsi mai”.