Mostra fotografica “Scatti. Tra Cielo e Terra”, iniziativa sociale per promuovere e valorizzare il progetto fotografico svolto da persone con disabilità psico-fisica

“Scatti. Tra Cielo e Terra”, un titolo impegnativo, ma che rispecchia, fedelmente, quanto la mostra propone. 19 scatti fotografici, che hanno fermato per sempre, quell’attimo, che il cielo, la terra ed anche l’acqua hanno creato di artistico e che l’occhio ed il cuore umano, per mezzo di una macchina fotografica, sono riusciti a rendere “immortale”.

La mostra, fortemente voluta da Fisascat Cisl e UST Cisl Arezzo e che viene ospitata nella sede provinciale della Confederazione sindacale, oltre a dare una ulteriore valorizzazione e riconoscimento al lavoro del centro diurno Helios – Cooperativa sociale Abilita, che realizza interventi a favore di persone con disabilità psico-fisiche volti a mantenere e sviluppare le capacità fisico-cognitive nonché relazionali, invita a liberarci dai pregiudizi e cominciare a conoscere e riconoscere l’Altro  come parte di se.

Potrebbe sembra strano che la Fisascat Cisl, notoriamente conosciuta come categoria del commercio, organizzi un siffatto evento, ma la ragione risiede nel fatto che la categoria è fortemente impegnata anche nel sociale poiché segue il settore contrattuale della cooperazione.

Questa mostra, la prima di una serie, non solo invita a vedere e considerare l’azione sindacale anche dal lato prettamente umano, ma vuol essere un segno concreto anche nell’invitare fisicamente il cittadino a frequentare la sede dove al primo posto vi è l’accoglienza e l’ascolto dell’altro qualunque esso sia. Usare il messaggio dell’arte per accogliere, promuovere e valorizzare poiché sappiamo che l’arte, apparentemente, non sazia una necessità vitale dell’uomo, ma sappiamo però, che questa stessa arte diventa un mezzo che sa nutrire, attraverso la passione, lo spirito, sia di chi la produce sia di chi la osserva.

L’esposizione non ha un tempo, ma sarà rinnovata periodicamente ovvero ogniqualvolta gli artisti avranno realizzato opere nuove. Per “Scatti. Tra Cielo e Terra” un grazie a Giuseppina Badii, Maria Pia Carannante, Rossella Dainelli, Sergio Pancini, Roberto Pasqui, che ci hanno dato la possibilità di inoltrarci nella profondità del mondo e lo hanno fatto in modo originale, senza vincoli di alcun genere. Un paesaggio, un albero, una vela, un cielo pieno di nuvole, uno specchio, un volto, possono essere raffigurati in forme diverse a seconda dello stato d’animo di chi vuole donare al mondo le sue più remote emozioni.