Pd e Arezzo In Comune: “Ghinelli: sotto la diretta FB, nulla. Nessuna risposta ad un’economia locale stremata dal Covid 19″

Nota dei Gruppi consiliari Pd e Arezzo In Comune

“Il consiglio comunale ha approvato le aliquote IMU per il 2020. È inaccettabile che dopo un mese e mezzo di fermo economico che è costato al nostro territorio 300 milioni di euro e 50.000 persone sospese dal lavoro, il centro destra abbia scelto di fissare le aliquote IMU senza alcuna variazione.
Questo significa nessun aiuto a chi da mesi ha dovuto chiudere l’attività, per chi è in cassa integrazione, per chi continua a chiedere anche all’amministrazione comunale un aiuto concreto. Perché non prevedere un fondo di solidarietà che sostanzialmente rimborsi l’Imu ai soggetti più colpiti?
Perché non iniziare insieme a riflettere sulle proposte di sospensione di Cosap e Tari, sugli esoneri dal pagamento Tari per alcune categorie e quindi su tutta la tassazione locale?

Nella sua diretta facebook, il Sindaco ammetta che dopo quasi due mesi non c’è alcuna idea su come venire incontro alle persone in difficoltà; che oggi (nella prima seduta consiliare in emergenza Covid) non c’è stato un atto amministrativo rilevante da parte del Comune ma solo un rimpallo di responsabilità e un ritardo in tutto quello che si poteva fare, come nella distribuzione dei buoni pasto.

I cittadini hanno buona memoria. Non dimenticheranno quanto non è accaduto oggi e quanto invece è accaduto nei mesi scorsi con le consulenze d’oro in Coingas che sono costate centinaia di migliaia di euro ai cittadini, con la vicenda Multiservizi sulla quale la Procura di Arezzo indaga per corruzione e vede coinvolti il Sindaco ed un consigliere comunale.

Le parole non bastano più Sindaco. La città chiede risposte serie e concrete e oggi Ghinelli e il centro destra hanno dimostrato di non averne. Per niente e per nessuno”.