Ralli: “puntiamo tutto sulla sanità pubblica”. Evento all’Hotel Etrusco

Il candidato sindaco Luciano Ralli incontra cittadini e operatori sanitari per tracciare il futuro post Covid e stabilire il ruolo del Comune

Riorganizzazione del San Donato, potenziamento della medicina territoriale, miglioramento dell’accesso ai servizi specialistici e diagnostici e riequilibrio delle dotazioni di personale sanitario e sociale. Sono solo alcune delle proposte che il candidato di centro sinistra Luciano Ralli illustrerà ai cittadini e agli operatori della sanità pubblica domani pomeriggio (mercoledì 29 luglio) alle ore 18 all’hotel Etrusco.
Le politiche sanitarie e sociali rappresentano infatti una priorità per il benessere delle persone poiché intervengono su tematiche legate all’intero arco della vita: dalla nascita fino alla vecchiaia.
“Solo leggendo con attenzione il territorio ed i suoi bisogni – sottolinea Ralli – si possono capire le complessità e intervenire in maniera adeguata partendo dal monitoraggio dei servizi ospedalieri e dei servizi del territorio erogato dalla Asl e comprendendo anche il sociale di rilevanza sanitaria e assistenziale garantito dal Comune”.

Il Comune infatti, pur non avendo competenze nelle gestione dei servizi sanitari, ricopre un ruolo fondamentale nelle programmazione e nelle tutela della salute: dai servizi per l’infanzia alla promozione della salute.
“Il benessere delle persone, fisico e mentale, è la mia priorità – commenta Luciano Ralli. L’emergenza Covid ha evidenziato potenzialità e limiti del servizio sanitario pubblico: bisogna sviluppare le prime e contenere i secondi. Il futuro della sanità aretina, il ruolo del Comune, sarà il tema del confronto di domani, 29 luglio, all’hotel Etrusco con i cittadini e gli operatori del settore. Porterò le mie idee, ascolterò le loro proposte: potrà emergere un programma ancora più forte per gli utenti e per i professionisti della sanità soprattutto nella tutela della salute, iniziando dai servizi per l’infanzia e non trascurando la promozione della salute”.