Sansepolcro: adottata la Variante al RU n.11 e per le aree residenziali

SANSEPOLCRO

Il Comune di Sansepolcro comunica che è stata adottata e pubblicata dal 16 gennaio 2020 la Variante n. 11.e al vigente Regolamento Urbanistico come ulteriore step dell’attività di manutenzione ed adeguamento del vigente strumento urbanistico operativo per le aree con destinazione residenziale, in analogia a quanto già avvenuto con altri 4 procedimenti di variante già conclusi.

Si tratta di un’iniziativa conseguente all’iter del percorso partecipativo iniziato con la pubblicazione di un avviso pubblico, nel maggio 2018, per la presentazione di manifestazioni di interesse da parte dei cittadini che intendessero realizzare interventi su abitazioni esistenti  o per realizzare nuove abitazioni, esigenze a cui il vigente Regolamento Urbanistico non consente attualmente di dare risposta.

L’Amministrazione comunale ha intrapreso tale percorso per stimolare interventi di iniziativa privata di modesta entità e in modo diffuso, al fine di rivitalizzare il settore economico dell’edilizia senza contraddire comunque gli obiettivi generali definiti dagli strumenti della pianificazione territoriale sovraordinata e comunale.

A seguito della pubblicazione dell’avviso sono pervenute 99 manifestazioni di interesse. La presente variante, adottata il 9 dicembre 2019, è relativa ad altre 30 istanze, che consistono in modifiche cartografiche e normative distribuite in varie zone del territorio comunale. Tale strumento è quello che modifica in modo più significativo il vigente regolamento urbanistico; con la sua approvazione infatti sarà possibile dare risposta ad un fabbisogno di abitazioni, prevalentemente mono e bifamiliari, che sono quelle maggiormente richieste nel nostro comune, per circa 95 nuovi abitanti teorici.

I cittadini interessati a questo strumento urbanistico già adottato potranno prendere visione dei relativi elaborati presso gli uffici del Servizio Urbanistica o sul sito web del Comune all’indirizzo http://www.comune.sansepolcro.ar.it/varianti-al-ru/adottati e presentare eventuali osservazioni fino al 16 marzo 2020.