Sansepolcro, nuovi interventi nel Piano delle opere pubbliche. La variazione è stata approvata in Consiglio Comunale

E’ tornato a riunirsi martedì sera il Consiglio Comunale di Sansepolcro. La seduta si è aperta con il saluto del Presidente Lorenzo Moretti, che ha ringraziato la disponibilità di consiglieri e capigruppo di essersi confrontati in maniera virtuale nel periodo dell’emergenza. Moretti ha poi annunciato che una seconda seduta del Consiglio si riunirà il 25 maggio, quindi ha lasciato spazio alle Comunicazioni del Sindaco.

 

Cornioli ha ripercorso gli ultimi due mesi da un punto di vista sanitario, sociale e amministrativo. Sono seguiti gli interventi delle minoranze che hanno ringraziato il mondo sanitario e del volontariato per quanto fatto e poi hanno commentato la gestione dell’emergenza da parte dell’amministrazione comunale.

 

Filo comune tra gli interventi delle opposizioni è stato il disaccordo sulla scelta dei pacchi spesa, perché avrebbero preferito i buoni spesa: “Le richieste da parte dei cittadini sarebbero state sicuramente superiori a quelle registrate così” ha sottolineato Rivi (Lega). Inoltre hanno chiesto di essere maggiormente coinvolti nelle decisioni e nella fase di progettazione/proposta: “All’inizio dell’emergenza si era creato un bel clima di collaborazione tra maggioranza e minoranze, proprio perchè eravamo consapevoli che il momento lo richiedeva – ha detto Laurenzi (Pd-In Comune) – Poi, con l’allentare della paura, le cose sono cambiate e la sinergia è finita. Non siamo più stati interpellati”.

 

“Non ho mai creduto alla collaborazione tra maggioranza e opposizione, perché non c’è propensione, non c’è mai stata – ha detto Catia Giorni (5 Stelle) – Questa è un’amministrazione Mauro-centrica: l’emergenza sembra l’abbia gestita da solo, senza condivisione. Un sindaco decisionista può essere positivo in alcune cose, ma per molte altre direi di no”.

 

Sono quindi intervenuti i consiglieri di maggioranza. “L’emergenza Covid è stata una guerra. Vanno ringraziati i sindaci perché sono stati veri e propri condottieri. Sono orgoglioso di avere un sindaco decisionista” ha detto Del Bolgia.

 

“Vi ricordo quanto è stato, ed è tutt’ora, difficile governare in questo momento. Ma questa amministrazione ha dimostrato grande capacità di prendere decisioni coraggiose e tempestive – ha detto Mercati – Molte volte siamo arrivati in anticipo sulle decisioni del Governo: mascherine, chiusura dei locali alle 18; chiusura di parchi e cimiteri”.

 

“Fino ad un certo punto, tutto è stato condiviso – ha detto Antonelli – Alcune idee delle minoranze sono state anche accolte e portate avanti. Poi avete cambiato atteggiamento”.

 

La chiusa di Cornioli: “Pacchi spesa e mascherine sono l’orgoglio di questa Amministrazione. Ho più volte difeso il Governo, ma dai Comuni si aspetta risposte che non possiamo dare, perchè loro per primi non sanno ancora cosa fare. Solo i sindaci possono sapere cosa ha provato un sindaco in questi mesi”.

 

Nella parte delle interrogazioni, ad alcune è stata data risposta scritta (sulle politiche del personale e sull’appalto del servizio software). Si è poi affrontato il tema della scuola. Alla richiesta di organizzarsi per tempo in vista del mese di settembre, l’assessore Marconcini ha risposto che fino a quando dal Governo non arriveranno indicazioni precise, non è possibile prendere decisioni. “Questo non significa che non stiamo facendo nulla – ha detto l’assessore – Ma è chiaro che senza certezze, è tutto più difficile”.

 

Tutti i consiglieri di minoranza hanno poi interrogato il sindaco sulle recenti modalità di comunicazione da lui attuate, attraverso l’utilizzo di video realizzati da alcuni professionisti del settore, chiedendo se sia stato fatto un atto formale per l’incarico. Il sindaco ha spiegato che si tratta di prestazioni di volontariato offerte dagli stessi professionisti come omaggio alla città in questo difficile momento.

 

Durante la seduta è stata approvata, con i voti della maggioranza, la Variazione al Piano degli investimenti e al Piano delle Opere pubbliche per il triennio 2020-2022. “La variazione riguarda alcune opere che vengono inserite ex novo e una che viene invece modificata – ha spiegato l’assessore Marzi – La modifica riguarda la scuola media Buonarroti, con ulteriori 200 mila euro da destinare all’impiantistica. Non c’è alcun ritardo rispetto al cronoprogramma che avevamo stilato: si tratta del più importante investimento nell’edilizia scolastica degli ultimi 30 anni. Per quanto riguarda invece gli interventi nuovi, segnalo il progetto della “Via dei musei”, da realizzare nella zona tra i giardini “Piero della Francesca” e Palazzo Guglioni. Sarà un’area dedicata all’incoming turistico e all’accoglienza. Altro intervento: l’utilizzo dei residui dei Contratti di Quartiere per completare i percorsi pedonali, la messa in sicurezza e l’adeguamento dell’area del Campaccio”.  Il punto è stato approvato dalla maggioranza, con tre voti contrari del Pd e tre astenuti (Lega, Forza Italia e 5 Stelle).

 

La rinegoziazione dei mutui è stata approvata all’unanimità.

La variazione al Bilancio di previsione finanziario 2020-2022 è stata approvata dalla maggioranza, con 1 astenuto (Lega) e 5 voti contrari (PD, 5 Stelle e Forza Italia).

Ha poi fatto seguito la parte dedicata all’Urbanistica, illustrata dall’assessore Galli. I punti sono stati approvati all’unanimità.

 

I punti all’ordine del giorno rimasti senza discussione, sono stati inseriti nella seduta del 25 maggio.