Santucci: “il focolaio partito da un antiquario che era stato in Lombardia. Ad oggi 30 positivi, 3 decessi. Un anziano in gravi condizioni”

“Il focolaio è partito da un residente di Ponte Presale, nel Comune di Sestino, ma soli a tre chilometri da Badia Tedalda, che nei giorni critici, 4 e 5 marzo, ha frequentato per lavoro dei mercatini di antiquariato in Lombardia, ha beccato il virus lì, lo ha trasmesso a moglie e cognata. Quest’ultima volontaria Misericoria. Quindi, il contagio ha raggiunto vicesindaco e medico condotto.

Ad oggi la situazione è critica. Se non lo fosse non avrei emesso ordinanza sindacale di zona arancione, concordata con Regione, Provincia, comune di Sestino e sua eccellenza il Prefetto.

Al momento i casi positivi accertati, con gli esiti dei 41 tamponi fatti ieri in modalità drive thru, sono trenta e tre i decessi. Inoltre, c’è una persona anziana in terapia intensiva in condizioni molto critiche” ha detto il sindaco di Badia Tedalda, Alberto Santucci, in diretta social con il sindaco Ghinelli nella conferenza stampa quotidiana via social.