Scapecchi: “Fase cruciale per il trasporto pubblico, necessaria collaborazione e informazione puntuale all’utenza”

Federico Scapecchi
Federico Scapecchi Vice Presidente della Provincia di Arezzo dichiara: “Il parziale allentamento delle misure di lockdown, iniziato lunedì scorso sotto il nome di “fase 2”, e il contestuale mantenimento e rafforzamento delle misure di distanziamento sociale, hanno visto impegnato l’intero settore del trasporto pubblico locale in una riorganizzazione a tempo di record, anche in Provincia di Arezzo, dove per il momento non si registrano particolari problematiche nel soddisfare le richieste dell’utenza nonostante le capienze limitate dei mezzi.
Le riaperture previste nel prossimo futuro tuttavia potrebbero richiedere sforzi maggiori, per questo ho appreso con soddisfazione l’accoglimento della mia proposta da parte della Regione Toscana, al punto 4 dell’Ordinanza del Presidente n.47 del 2 maggio, che consentirà, se necessario, il ricorso a servizi aggiuntivi NCC (noleggio con conducente) per ampliare l’offerta.
In questa fase resta comunque necessario monitorare passo passo l’evoluzione della situazione e consolidare la collaborazione istituzionale, per questo motivo ho scritto a tutti i sindaci della Provincia, alla Camera di Commercio, alle associazioni di categoria, alle segreterie provinciali dei sindacati e ai dirigenti delle scuole superiori allo scopo di informare e sensibilizzare in merito alle nuove regole del trasporto pubblico e per chiedere di segnalare le necessità di potenziamento dei servizi, comprese quelle future degli studenti, per non farci trovare impreparati al momento del ritorno in classe.
Ritengo infine doveroso che gli utenti conoscano in tempo reale le evoluzioni future del trasporto pubblico locale, ho chiesto quindi a Tiemme e alle altre aziende che gestiscono il servizio di fare tutto quanto in loro potere per fornire informazioni aggiornate in merito all’orario delle corse, sia sul web che presso le fermate, oltre a ricordare la capienza limitata dei mezzi, l’obbligo di utilizzo di mascherina e la raccomandazione di indossare anche guanti protettivi.”