Settimana europea per la riduzione dei rifiuti: la sensibilizzazione nelle scuole

Le parole dell'assessore Marco Sacchetti

Marco Sacchetti
Marco Sacchetti

La XII edizione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti è dedicata quest’anno al tema “Rifiuti invisibili”, ovvero quelli generati durante il processo di fabbricazione e distribuzione dei prodotti e che non vediamo al momento dell’acquisto.

Come ogni anno, l’assessorato all’ambiente del il Comune di Arezzo ha aderito all’iniziativa, promuovendo alcuni progetti presso le scuole per il tramite delle associazioni, in particolare Legambiente e No mad, che aderiscono al Centro di educazione ambientale e alimentare (Ceaa).

È sempre utile – sottolinea l’assessore Marco Sacchetti – promuovere azioni di sensibilizzazione su un tema che sta a cuore a tutti e che caratterizzerà le politiche pubbliche, a livello internazionale, per i prossimi decenni, fino a investire le generazioni future. Una settimana rappresenta ovviamente un periodo ‘simbolico’ ma è come la sveglia che ci ricorda come sia necessaria maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente”.

In particolare, grazie al cosiddetto JukeBox Ecologico, si è tenuto un intervento informativo a distanza per gli studenti, curato da Legambiente e personalizzato per le singole classi in base alle richieste degli insegnanti, sulla riduzione dei rifiuti e sull’utilizzo corretto dei contenitori a scuola, sul significato dei rifiuti invisibili, attraverso il confronto tra economia lineare ed economia circolare, oltre che sui temi della sostenibilità ambientale e dell’ecologia. Sono state coinvolte alcune classi degli istituti comprensivi Vasari, Piero della Francesca e Margaritone, dove prenderà anche il via la distribuzione, prevista peraltro in tutte le scuole, dei contenitori per la corretta raccolta differenziata (carta e multi-materiale) da usare nelle classi in sostituzione del contenitore indifferenziato.

Riciclinmusica 2020, a cura dell’associazione No mad in collaborazione con Officine Montecristo, ha previsto invece, in varie classi degli istituti comprensivi Quattro Novembre e Francesco Severi, l’organizzazione di laboratori attraverso video tutorial per bambini e famiglie sul tema del riciclo creativo con la costruzione di strumenti musicali da materiali di riciclo e l’allestimento di bande sonore di percussioni.

Il tutto ha raccolto molto entusiasmo da parte dei partecipanti. Quanto prodotto in formato video sarà pubblicato nei canali del Comune di Arezzo e in quelli delle associazioni.