Si è dimesso l’assessore Comanducci. Resta presidente della Fondazione Arezzo In Tour. Turismo passa al sindaco

Che non si sarebbe ricandidato era nell’aria.

Stamani l’assessore Marcello Comanducci si è dimesso. I motivi sono esclusivamente lavorativi e quindi personali. Li ha spiegati insieme al sindaco in una conferenza stampa via social.

Turismo e Amministrazione nella fase 2

Conferenza stampa del Sindaco Alessandro Ghinelli e dell'Assessore al Turismo e attività produttive Marcello Comanducci su Turismo e amministrazione nella fase 2

Posted by Comune di Arezzo on Friday, 29 May 2020

La delega al turismo a questo punto passa nelle mani del sindaco. Mentre le attività produttive ad Alberto Merelli e le attività tecnologiche a Marco Sacchetti.

Comanducci resta, però, presidente della Fondazione Arezzo In Tour.

“Ho appena firmato la lettera di dimissioni che ho mandato al sindaco. Non ci sono assolutamente motivi politici. La mia è una scelta solo personale. Infatti, le mie due aziende hanno completato un’acquisizione importante da un gruppo industriale, un progetto che portavamo avanti, con i miei soci, da più di venti anni. Un vero e proprio salto di qualità e non potevo non far parte di questa nuova avventura. Un’avventura veramente grande che non mi permetteva più di conciliarla con l’attività da assessore. Credo di aver fatto cinque anni senza grandi rimpianti, tutto quello che volevo fare l’ho fatto. Rimarrò presidente della Fondazione Arezzo In Tour che essendo un incarico no profit non è in conflitto con la nuova attività. Avevo firmato il nuovo contratto con le mie aziende a fine 2019 e devo onorarlo. Non credevo che le elezioni slittassero”.

Ghinelli ha precisato che nominerà di nuovo Comanducci presidente di Arezzo In Tour come delegato del sindaco. “E lo farai con ruolo imprenditoriale e non politico, portando avanti un progetto che avevamo condiviso fin dall’inizio – Alla tua età avrei fatto la stessa cosa” ha chiosato rivolgendosi allo stesso Comanducci.

Comanducci ha dedicato questi cinque anni da amministratore al babbo, Piero Comanducci. “Tantissime cose le ho sentite guidate dall’alto. Dedico quindi questi 5 anni a lui”.

In chiusura il primo cittadino ha ringraziato Comanducci e sottolineato che “in questo mandato ad Arezzo il turismo è più che raddoppiato”. Di Comanducci, ad esempio, l’intuizione di legare la Città del Natale al Mercato Tirolese.