Sparo’ al ladro, il giudice si riserva

Sparo’ e uccise il ladro. Udienza davanti al Gip per Fredy Pacini. Dibattito acceso in aula tra difesa e legale della sorella del giovane moldavo morto.

Il giudice Fabio Lombardo si è riservato sulla decisione. Ha novanta giorni di tempo. Il pm Claudiani ha chiesto l’archiviazione riconoscendo la legittima difesa putativa.

Fredy Pacini ha raccontato: “da quel giorno non vivo più. Durante il lockdown ho visto entrare un cliente in officina, con mascherina nera e cappuccio in testa. Nello stesso punto in cui è accaduto tutto. Mi sono ghiacciato”.

Pacini è assistito dall’avvocato Alessandra Cheli. La sorella della vittima dal legale Alessandro Cristoforetti, del foro di Bologna. Quest’ultimo aveva chiesto un approfondimento di indagine e in aula ha sostenuto, con veemenza, l’eccesso colposo di legittima difesa.

Tre le strade: archiviazione, approfondimento, imputazione coatta. La decisione appesa al Gip.