‘Sport e scuola compagni di banco’, il prossimo 10 giugno la festa finale del progetto

Nessuno stop al progetto ‘Sport e Scuola compagni di banco’ durante il periodo dell’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus. E nessuno stop o rinvio della festa finale che si terrà, in diretta streaming, il prossimo 10 giugno alle ore 11. Basterà collegarsi a https://bit.ly/SportScuolaCompagnidiBanco.

Alunni e genitori potranno giocare nelle proprie case e inviare video o foto al comitato organizzatore, dopo la compilazione di un format di accettazione alla partecipazione, cliccando su https://forms.gle/fGx7r6fD9d9Wmf1Q7. Il materiale sarà montato sotto forma di video e presentato in occasione della festa finale.

Il progetto, realizzato da Regione Toscana (nell’ambito del progetto GiovaniSì), Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, Università degli Studi di Firenze, Università di Pisa, Coni Toscana e Cip Toscana (Comitato italiano paralimpico) per promuovere l’insegnamento dell’educazione fisica nelle classi prima e seconda delle scuole primarie ed introdurre al lavoro i neolaureati in Scienze motorie, è proseguito anche dopo l’interruzione dell’attività in classe, ai primi di marzo, attraverso video lezioni.

“La situazione che si è venuta a creare – ha detto l’assessore al diritto alla salute, al sociale e allo sport Stefania Saccardi – non poteva interrompere questa esperienza. E’ cambiata la modalità di interagire con bambine e bambini, ma non è mai mancato l’impegno di insegnanti ed istruttori a coinvolgerli. La festa finale quest’anno sarà diversa ma sono sicura che non mancheranno l’entusiasmo e la voglia di stare insieme, seppur a distanza”.

‘Sport e scuola compagni di banco’ anche quest’anno ha coinvolto la quasi totalità delle scuole toscane: circa 3000 classi (primo biennio scuola primaria) per un totale di circa 70mila alunni. 312 gli Esperti laureati in Scienze Motorie, comprese le ‘Figure di Supporto alla Disabilità’.

A seguito dell’emergenza da Covid 19, le lezioni frontali sono state sostituite da lezioni in modalità di ‘Didattica a Distanza’. Docenti delle scuole primarie coinvolti nel progetto, assieme ai docenti Esperti, hanno riprogrammato l’attività motoria per rispondere alle esigenze di studenti e famiglie. Le attività motorie sono state proposte in modalità asincrona, sotto forma di video lezioni e slides nel rispetto dei criteri che caratterizzano il progetto e degli obiettivi specifici per ogni classe, con lezioni idonee agli ambienti domestici e valorizzando l’aspetto relazionale ‘a distanza’.