“Suo figlio è stato arrestato, deve pagare una cauzione”. Anziana non cade nella truffa e allerta i carabinieri

anziani
anziani

I Carabinieri del Nucleo Operativo di San Giovanni Valdarno hanno sventato un tentativo di truffa ai danni di una anziana donna montevarchina, la quale era stata contattata telefonicamente da dei malviventi che avevano cercato di estorcerle diverse migliaia di euro facendole credere di essere dei Carabinieri che avevano arrestato il figlio.

La donna inoltre era stata contattata anche da un finto avvocato che aveva asserito che il figlio non sarebbe stato rilasciato se non tramite cauzione. L’anziana donna non è caduta nell’inganno ed ha contattato i Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno che tramite il loro Nucleo Operativo si sono presentati a casa della anziana che nel frattempo aveva ricevuto una terza chiamata dei malviventi ai quali aveva riferito di aver chiamato i veri Carabinieri.

Da questo emblematico caso i militari dell’Arma prendono spunto per raccomandare a tutti i cittadini la massima prudenza e per ricordare che i veri Carabinieri non chiedono soldi e non minacciano di trattenere in arresto i parenti di nessuno; invitando inoltre, qualora si ricevano strane telefonate da sedicenti appartenenti alle forze dell’ordine a contattare immediatamente la caserma dei Carabinieri più vicina.