Svolta verde per il Tennis Giotto: stop alle bottigliette in plastica

Svolta verde per il Tennis Giotto. Il circolo aretino ha attivato una serie di investimenti orientati alla sensibilizzazione e promozione di scelte sostenibili a tutela dellambiente che hanno trovato espressione nella scelta del consiglio damministrazione diproporre ad atleti, maestri, soci e dirigenti una borraccia marchiata Tennis Giotto orientata ad eliminare lutilizzo di bottiglie di acqua in plastica. Allinterno della struttura sportiva di via Divisione Garibaldi vengono consumate ogni anno circa 40.000 bottigliette, un numero elevato che ha motivato lattivazione di un progetto plasticfree con lobiettivo di ridurre la produzione quotidiana di rifiuti e di educare le giovani generazioni della scuola tennis ad un utilizzo consapevole delle risorse.

Il Tennis Giotto ha così deciso di realizzare una borraccia sociale in un materiale ecologico, privo di componenti dannosi e riciclabile al 100% come il Tritan, adatto all’uso quotidiano e ricaricabile attraverso impianti di trattamento e filtrazione certificati che sono installati presso il bar e presso il chiosco della piscina, dando il via ad uniniziativa che ha trovato immediato ed unanime apprezzamento da parte di tennisti di ogni età.

La rinuncia alle bottiglie in plastica segue altri interventi effettuati negli ultimi mesi per rendere la struttura del circolo sempre più ecosostenibile, tra cui rientra linstallazione di un impianto fotovoltaico e di caldaie a condensazione per ottimizzare lutilizzo delle risorse e produrre energia rinnovabile. Un ulteriore investimento, inoltre, è stato attuato per lilluminazione di alcuni palloni di copertura dei campi attraverso la sostituzione deitradizionali fari con più moderni led per un ulteriore risparmioenergetico.


«Laugurio commenta Jacopo Bramanti, direttore generale del Tennis Giotto, – è che la borraccia riciclabile possa aiutare ad intraprendere un percorso verso un circolo ancor più ecosostenibile e plasticfree, con un importante messaggio di responsabilità e consapevolezza soprattutto per le giovani generazioni».