Teatro e gastronomia si uniscono nella rassegna “De gustibus”

Da sabato 11 gennaio, le Logge del Grano ospiteranno le degustazioni teatrali a chilometro zero
La rassegna, promossa dalla Libera Accademia del Teatro, proporrà cinque spettacoli originali

Teatro e gastronomia tornano ad unirsi nella seconda edizione di “De gustibus”. La rassegna, promossa dalla Libera Accademia del Teatro e ospitata dal mercato coperto delle Logge del Grano, prenderà il via da sabato 11 gennaio e si svilupperà fino all’8 febbraio attraverso cinque sabati in cui verrà riproposta l’innovativa formula delle “degustazioni teatrali a chilometro zero”. Il sipario di ogni appuntamento si aprirà alle 18.00 e vedrà gruppi di attori aretini proporre spettacoli originali che, per questa edizione, avranno come tema la famiglia e il rapporto tra genitori, al termine dei quali saranno proposti la presentazione e l’assaggio di una selezione di prodotti locali.

“De gustibus” rappresenterà infatti un’occasione per valorizzare le produzioni culturali e alimentari tipicamente aretine, con un connubio tra la Libera Accademia del Teatro e le aziende del mercato coperto. «La prima edizione – ricorda Amina Kovacevich, presidente della scuola di teatro cittadina, – ha registrato il tutto-esaurito in ogni serata, dimostrando l’apprezzamento del pubblico e motivando a rinnovare il nostro impegno in questa rassegna dove l’esperienza del teatro si unisce all’esperienza alimentare».

Il calendario di “De gustibus” proporrà una serie di spettacoli nati dalla fantasia degli stessi attori diplomati della Libera Accademia del Teatro o ispirati a testi di autori classici, con serate dove si alterneranno risate e riflessioni. Il primo appuntamento sarà messo in scena l’11 gennaio con “Ci vediamo ai colloqui” con la regia di Amina Kovacevich, poi il 18 gennaio sarà la volta di “Affetti collaterali – Genitori e figli” di Andrea Biagiotti. La rassegna proseguirà successivamente il 25 gennaio con “Figly – (d)istruzioni per l’uso” di Samuele Boncompagni e l’1 febbraio con “Genitori cotti a puntino” di Uberto Kovacevich, concludendosi l’8 febbraio con un secondo spettacolo curato da Biagiotti dal titolo “Slegàmi”. L’ingresso alle singole serate ha un costo di 10 euro comprensivo di spettacolo e degustazione; i posti sono limitati, dunque è consigliata la prenotazione contattando le Logge del Grano allo 0575/20.646. «“De gustibus” – continua Kovacevich, – sarà una valorizzazione del chilometro zero perché proporrà cinque degustazioni cultural-alimentari dove saranno combinate produzioni teatrali e gastronomiche esclusivamente locali. Nel corso dei vari spettacoli si alterneranno in scena quasi cinquanta attori che, diretti dai nostri maestri, permetteranno di assistere a rappresentazioni originali che forniranno una valida alternativa per passare le fredde serate dei sabati di gennaio e febbraio all’insegna dell’originalità, del buonumore, della riflessione e dello stare insieme».