Tpl, Scapecchi: “in Toscana regna ancora l’incertezza sul futuro”

Federico Scapecchi
Il consigliere provinciale Scapecchi ( Forza Italia) chiarisce in merito alle riunioni sul Tpl

Si è tenuta ieri a Firenze la riunione della Conferenza permanente sul Trasporto pubblico locale della Regione Toscana, nel corso della quale è emersa ancora una volta l’incertezza sul futuro di questo importante servizio

. Federico Scapecchi Consigliere Provinciale con delega ai trasporti dichiara : ” Nonostante i trionfali annunci provenienti dalla Giunta Regionale a guida PD sull’avvio del contratto con il nuovo gestore mettendo la parola fine al contenzioso e dando seguito a quanto stabilito da una legge regionale del 2010; ancora, in verità, non sono stati comunicati tempi certi per l’effettivo passaggio della gestione del servizio ad Autolinee Toscane. In questo momento, e fino alla fine di gennaio, siamo in regime di “obbligo di servizio”, con tutte le conseguenze del caso: l’attuale gestore – partecipato da varie aziende di cui, a loro volta, sono soci anche i Comuni – non ha certezze sui tempi che lo vedranno ancora chiamato a svolgere il servizio; la programmazione per il futuro è vincolata alla firma del nuovo contratto, senza al momento rendere possibili significativi migliorie richieste dalla cittadinanza.

In particolare mi riferisco alle richieste pervenute alla Provincia di Arezzo da alcuni Istituti scolastici per rimodulare il servizio in vista di un passaggio delle lezioni alla settimana corta, dal lunedì al venerdì, progetto al quale stavamo lavorando, ma che per il momento difficilmente potrà vedere la luce. Come se non bastasse, è ancora pendente un ricorso del quale sapremo l’esito alla fine di febbraio: mi auguro che qualsiasi sia l’esito di questo ennesimo passaggio dai tribunali non ci siano ripercussioni a discapito del servizio di trasporto pubblico locale e quindi dei cittadini.”