Un Garante dei diritti per le persone disabili, approvato atto di indirizzo di Carlettini

Giovanna Carlettini
Giovanna Carlettini

Giovanna Carlettini ha illustrato l’atto di indirizzo per introdurre nel Comune di Arezzo la figura del Garante dei diritti delle persone disabili: “l’articolo 3 comma 2 della Costituzione impone, come noto, di rimuovere gli ostacoli che limitano la libertà e l’eguaglianza dei cittadini e che impediscono il pieno sviluppo della persona umana.

La giustizia sociale è dunque una questione da affrontare, sempre. Ancora di più quando parliamo di disabilità e di fruizione dei servizi comunali. Gli interventi normativi presentano spesso dei problemi applicativi che creano ostacoli tra gli individui e i diritti spettanti.

C’è quindi la necessità di una maggiore tutela al riguardo. Le persone disabili hanno bisogno di una figura che possa loro garantire pari opportunità e sostegno e con poteri in grado di semplificare i percorsi amministrativi dettati da leggi e regolamenti. Uno specifico garante, a questo mi riferisco, è d’altronde già presente, giusto per limitarsi alla nostra regione, nei Comuni di Lucca, Siena e Viareggio”.

L’atto è stato approvato con i 18 voti favorevoli della maggioranza.