Arezzo spuntato, modesto pareggio casalingo contro l’Imolese (0-0)

AREZZO (4-3-1-2): 1 Sala; 16 Luciani, 5 Sbraga, 3 Cherubin, 15 Maggioni; 4 Arini, 31 Di Paolantonio, 21 Benucci; 44 Iacoponi, 27 Perez, 24 Più. Allenatore Stellone

IMOLESE (4-3-3): 1 Siano; 2 Rondanini, 6 Angeli, 26 Carini, 19 Boccardi; 8 Provenzano, 24 Torrasi, 25 Lombardi; 20 Piovanello, 9 Polidori, 11 Bentivegna. Allenatore Catalano

L’Arezzo non sfonda e si deve accontentare di un pareggio casalingo contro una modesta Imolese. L’inizio sembrava essere propizio, squadra in avanti e subito pericolosa, grande aggressività in mezzo al campo. Con il passare dei minuti la manovra dei ragazzi di Stellone si è fatta molto più lenta senza creare pericoli al portiere Siano. Se nel primo tempo l’Imolese era sembrata remissiva a tratti con la paura addosso nel secondo tempo si è fatta viva in più di una occasione in area amaranto tanto da colpire un palo e sfiorare almeno in una seconda occasione il vantaggio. Il pareggio alla fine è il risultato più giusto, nemmeno l’ingresso di Cutolo negli ultimi quindici minuti ha sortito effetto positivo per sbloccare il match.

L’Arezzo manca davanti, le occasioni create in novanta minuti sono davvero poche per mettere sotto pressione l’avversario e cercare di sbloccare il risultato. Per raggiungere la salvezza servono i tre punti soprattutto in partite come questa giocate in casa e contro una diretta concorrente per la salvezza. Il prossimo match è di quelli proibitivi contro il Sudtirol. A Stellone l’arduo compito di riuscire a far segnare la squadra amaranto alla ricerca dei punti salvezza.

LA PARTITA

L’Arezzo torna a giocare al Città di Arezzo dopo i tre punti conquistati in trasferta sul campo del Fano. La formazione è quella annunciata nessuna. Iacoponi si posiziona dietro Perez e Piu. L’Arezzo parte subito forte al 4’ sfiora il vantaggio, Perez ci prova il portiere non trattiene la palla viene calciata dalla difesa sulla linea di porta. Sul corner altra occasione sulla testa di Piu deviata in angolo. Primi 20’ minuti tutti di marca amaranto gli avversari soffrono i padroni di casa.

L’Arezzo continua ad essere aggressivo e mantenere il ritmo alto ma non riesce a sfondare la difesa Imolese. Punizione sprecata al 26’ da ottima posizione Benucci calcia sulla barriera. Al minuto 34’ ancora occasione per gli amaranto in area piccola Perez lascia scorrere la palla per un compagno che non c’è poteva essere l’occasione per sbloccare la partita.

Al minuto 42 Sala salva il risultato con un grande intervento su tiro di Provenzano. E’ la prima occasione della partita per l’Imolese. Primo tempo a reti inviolate l’Arezzo non sfonda, l’Imolese non appare irresistibile serve maggiore convinzione davanti per sbloccare il risultato

Secondo tempo nessun cambio per l’Arezzo si riparte con gli undici del primo tempo. Nei primi minuti parte bene l’Imolese aggressiva si fa vedere in area amaranto. Gli uomini di Stellone riprendono in mano il gioco e tornano a farsi sotto ma l’Imolese nel secondo tempo mostra maggior coraggio.

Dopo venti minuti amaranto spuntati non riescono a creare pericoli all’estremo difensore Siano. Al 25’ ottima ripartenza amaranto difese scoperta Piu la mette al limite per Iacoponi che calcia sulla destra del portiere. La conclusione poteva essere migliore. Stellone manda in campo Cutolo per provare a sbloccare la partita.

Imolese vicina al vantaggio 6’ dal termine colpisce il palo con un tiro dal limite del nuovo entrato Tommasini. Ancora Imolese vicino al vantaggio al due dal termine anche in questa occasione l’Arezzo ha rischiato molto. L’Arezzo termina i minuti di recupero in attacco ma senza gloria la partita termina in parità.

di Paolo Nocentini

Il Tabellino

AREZZO – IMOLESE 0 – 0 (Primo tempo 0 – 0)

Marcatori:

AREZZO (4-3-1-2): 1 Sala; 16 Luciani, 5 Sbraga, 3 Cherubin, 15 Maggioni; 4 Arini, 31 Di Paolantonio, 21 Benucci (74’ 10 Cutolo); 44 Iacoponi, 27 Perez (86’ Stampete), 24 Più. A disposizione: 13 Melgrati, 8 Carletti, 23 Di Grazia, 25 Sussi, 26 Ventola, 29 Kodr, 35 Zitelli.

IMOLESE (4-3-3): 1 Siano; 2 Rondanini, 6 Angeli, 26 Carini, 19 Boccardi; 8 Provenzano, 24 Torrasi (6’ 4 D’Alena), 25 Lombardi; 20 Piovanello (60’ 17 Morachioli), 9 Polidori, 11 Bentivegna(82’ 32 Tommasini). A disposizione: 22 Rossi, 13 Pilati, 14 Onisa, 16 Sabattini, 18 Masala, 21 Aurelio, 23 Cerreti, 27 Alboni, 30 Laghi. Allenatore Pasquale Catalano

Arbitro: Andrea Colombo di Como

Assistenti: Stefano Montagnani di Salerno, Michele Somma di Castellammare di Stabia

Quarto ufficiale: Matteo Centi di Viterbo

Note: 
Ammoniti: 30’ Rondanini, 47’ Iacoponi, 70’ Di Paolantonio, 92’ Tommasini
Recupero: pt. 2’, st. 3’