Bando regionale “Toscana Carbon Neutral”

il Comune di Terranuova ottiene 340 mila euro di finanziamento

Con un progetto sulla riforestazione urbana, il Comune di Terranuova ottiene un finanziamento di 340 mila euro nell’ambito della strategia Toscana Carbon Neutral, che punta a raggiungere l’obiettivo della neutralità di emissioni climalteranti entro il 2050. Il bando – uscito nel 2020 per dare la possibilità a 63 Comuni di presentare progetti integrati per abbattere l’inquinamento atmosferico attraverso l’aumento del verde nelle aree urbane – ha visto la partecipazione di 53 Comuni (che hanno presentato 55 proposte).

“Sono stati 19 i progetti finanziati, tra cui il nostro; un risultato che ci inorgoglisce – ha detto il Sindaco di Terranuova, Sergio Chienni – per l’importanza del finanziamento ottenuto e per le azioni che potranno così essere realizzate. Abbiamo partecipato alla selezione convinti che la lotta ai cambiamenti climatici sia centrale nell’azione politica e la strategia “Toscana Carbon Neutral” va proprio in questa direzione, sostenendo la realizzazione di progetti integrati di forestazione urbana per l’abbattimento delle emissioni climalteranti. La nostra amministrazione comunale – ha aggiunto il primo cittadino – ha da tempo deciso di dedicare alla piantumazione di verde urbano un’attenzione particolare. Adesso, grazie a queste risorse potremo finanziare interventi con cui contenere le emissioni di CO2 e di polveri sottili. Con le risorse stanziate sarà dunque realizzato un bosco urbano, costituito da diverse specie arboree e arbustive, con l’obiettivo di creare un ecosistema complesso, stabile e resiliente per la nostra città, in grado di assorbire CO2”.

“Il nostro progetto – ha detto l’assessore all’ambiente Luca Trabucco – si inserisce in un percorso
che nel tempo condurrà alla creazione di una sempre più densa e funzionale rete verde sul territorio. Lo scopo è quello di avvicinarsi agli obiettivi di sostenibilità, ormai essenziali nello sviluppo dei centri urbanizzati nel futuro prossimo. La nostra proposta a livello di progettazione è a livello definitivo e prevede tre zone di intervento, (area di Via Bigi, area Cimitero, area Città giardino) dove saranno messi a dimora complessivamente 192 alberi e 2026 arbusti. Saranno utilizzate 16 diverse specie vegetali allo scopo di preservare un buon livello dello stato fitosanitario della vegetazione, limitando il rischio di deperimenti e morie in caso di diffusione di malattie. Le specie selezionate – ha aggiunto – sono quelle con la più alta capacità di sequestro di CO2 e riduzione sostanze inquinanti. In più, in tutte le aree
di progetto è prevista la creazione di nuovi tratti di pista ciclabile. Ringrazio moltissimo l’Ufficio lavori pubblici del nostro Comune e Cesaf, studio tecnico associato di Pistoia per la stesura del progetto e per il prezioso lavoro che hanno realizzato”.

Tutte le aree di progetto saranno dotate di impianto di irrigazione a goccia, per permettere il corretto affrancamento e successivo sviluppo delle piante. Questa soluzione consente l’uso ottimale della risorsa idrica, evitando qualunque tipo di spreco o perdita per scorrimento superficiale, oltre a rispondere in modo più adeguato alle reali esigenze idriche della pianta.