Bibbiena tra i Comuni con la pressione fiscale più bassa della Regione

Il sindaco Vagnoli: “Il nostro lavoro ha come obiettivo primario quello di dare un aiuto e un sostegno ai cittadini, alle famiglie e alle imprese. Per questo essere stati riconosciuti tra i comuni più virtuosi dal punto di vista della pressione fiscale in un Italia martoriata dalla burocrazia e dalle tasse, ci riempie di orgoglio”.

Filippo Vagnoli
Filippo Vagnoli

BIBBIENA. A dirlo, “numeri alla mano”, è Open Bilanci e ad annunciarlo il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli che commenta: “Il nostro lavoro ha come obbiettivo primario quello di dare un aiuto e un sostegno ai cittadini, alle famiglie e alle imprese. Per questo essere stati riconosciuti tra i comuni più virtuosi dal punto di vista della pressione fiscale in un Italia martoriata dalla burocrazia e dalle tasse, ci riempie di orgoglio”.

Ma vediamo in dettaglio i numeri che hanno portato Bibbiena ad avere questo primato positivo, ovvero in termini di pressione fiscale più bassa della Regione.

La pressione fiscale 2020 del Comune di Bibbiena si attesta sulle 520 Euro pro capite, ossia molto inferiore agli 850 Euro di Firenze e a quella casentinese (dove si trovano comuni con picchi di 900 Euro pro capite).

E’ lo stesso Sindaco a spiegare come ha agito Bibbiena per arrivare a questi risultati: “Abbiamo attivato con fermezza sgravi fiscali per le imprese, tra cui la tassa sui rifiuti scontata fino al 40% per alcune categorie e bonus idrici. Abbiamo agito anche sui servizi per l’infanzia, vero aiuto alle famiglie che lavorano con tariffe che vanno bene al di sotto di quelle delle città. Tutto questo per creare un nuovo modello Casentino, dove si vive bene e dove i servizi ci sono e costano meno. Noi ci crediamo”