Confcommercio e Confesercenti sulla Fiera Antiquaria

"È importante che la manifestazione possa essere organizzata, naturalmente in completa sicurezza"

“Confronto e dialogo portano a soluzioni”. Confcommercio e Confesercenti ritengono che la città non possa rinunciare alla Fiera Antiquaria e che gli espositori abbiano già pagato un prezzo elevato con l’annullamento delle passate edizioni a causa dell’emergenza coronavirus.

È quindi importante che la manifestazione possa essere organizzata, naturalmente in completa sicurezza. Le associazioni di categoria esprimono soddisfazione per il costruttivo e proficuo incontro avuto con il Prefetto Anna Palombi, con il sindaco Alessandro Ghinelli e con l’assessore Simone Chierici.
L’auspicio per Confcommercio e Confesercenti è che il confronto possa portare al ripristino della Fiera Antiquaria già da sabato con l’edizione di febbraio.

Il ringraziamento va al sindaco Ghinelli, all’assessore Chierici e al Prefetto Anna Palombi per la disponibilità dimostrata nel tentare di trovare una soluzione che sappia coniugare la Fiera Antiquaria con il difficile momento legato alla pandemia. L’amministrazione comunale ha dimostrato di credere nella manifestazione e di investire nella sicurezza della Fiera per poterla svolgere.