Cortona, ecco i bandi per il sostegno delle imprese e per l’apertura di nuovi negozi

Attraverso i due bandi "Cortona Sostiene" e "Cortona Attiva" l'amministrazione comunale mira ad aiutare le imprese che, nel primo caso, hanno subito il contraccolpo delle chiusure a causa della pandemia, mentre l'altro è un’opportunità per chi vuole aprire nuove attività.

CORTONA. L’Amministrazione comunale di Cortona apre due bandi in favore delle aziende: la prima iniziativa è per le imprese che hanno subito il contraccolpo delle chiusure a causa della pandemia, mentre la seconda, la novità, è un’opportunità per chi vuole aprire nuove attività.

«Cortona Attiva» è il nome di questo nuovo bando che vede il sostegno esterno anche della Banca Popolare di Cortona. Il Comune, dopo una fase di concertazione con le categorie economiche, dal 15 di ottobre aprirà alla possibilità di ottenere contributi alle imprese che hanno avviato la loro attività nel periodo che va dal primo marzo al 31 ottobre 2021. Non tutte le attività potranno accedere a questo contributo diretto, la misura riguarda le imprese di vendita al dettaglio con vetrina pubblica che sorgono nei centri abitati del territorio, con l’esclusione dei pubblici esercizi della «zona rossa» del centro storico di Cortona. Gli imprenditori potranno beneficiare di un contributo una tantum di 1600 euro sulla base del piano di impresa (business plan) da allegare alla documentazione richiesta e potranno ottenere alcuni servizi agevolati dalla Banca Popolare di Cortona: quali un conto corrente gratuito per due anni, 12 mesi di pos senza spese e finanziamenti a tasso agevolato. Fra gli impegni per i beneficiari c’è quello a tenere aperta l’attività per tre anni e a non averne chiuse altre analoghe.

Con «Cortona Sostiene», l’Amministrazione comunale vuole invece tendere la mano verso le attività che hanno subito cali di fatturato a causa della crisi pandemica. Sulla base del bando emanato lo scorso anno, anche stavolta le possibili beneficiarie saranno quelle attività che hanno registrato un calo di fatturato di almeno il 30% nel periodo marzo-dicembre 2020-2019. La platea ricomprende le imprese in sede fissa con almeno una unità operativa nel territorio di Cortona, mentre per quelle su aree pubbliche, è richiesta sede legale a Cortona e almeno una licenza di vendita nel territorio. Possono ottenere il contributo di sostegno le imprese il cui codice Ateco è ricompreso nella lista, quelle non hanno pendenze tributarie con il Comune e che si impegnano a restare operative per almeno 12 mesi dalla ricezione del contributo. Per le prime 150 realtà in graduatoria c’è la possibilità di ottenere 400 euro, le domande vanno presentate entro il 31 ottobre 2021.

«Le misure in favore delle imprese si rafforzano – dichiara il sindaco Luciano Meoni – già l’anno scorso il Comune ha erogato risorse nei confronti delle realtà colpite dalle chiusure. Quest’anno oltre a replicare questa iniziativa, offriamo un’ulteriore misura volta a favorire l’apertura di attività commerciali di vicinato. L’opportunità, come concertato con le categorie economiche, non è a pioggia ma prevede la presentazione di un piano di impresa da cui si possa comprendere la qualità della nuova iniziativa imprenditoriale. Ringraziamo per essere al nostro fianco, con ulteriori agevolazioni per le nuove attività, anche la Banca Popolare di Cortona. Con questa misura – chiosa il sindaco – vogliamo favorire la riapertura di serrande che purtroppo si sono abbassate nei mesi più gravi della pandemia».

«Abbiamo deciso di sostenere le attività con un contributo a fondo perduto – dichiara l’assessore alle Attività produttive Paolo Rossi – si tratta di una iniziativa straordinaria. Riteniamo fondamentale sostenere la rete delle piccole imprese di vicinato e di vendita al dettaglio che con il lavoro quotidiano contribuiscono a tenere vivo il tessuto sociale del nostro territorio. Sono orgoglioso di poter assicurare questo aiuto alle partite iva del nostro territorio e l’Amministrazione comunale sarà sempre al fianco delle attività insieme alle associazioni di categoria per mettere in campo gli strumenti più adatti a garantire il lavoro e lo sviluppo»

«L’iniziativa “Cortona attiva” – dichiara il Direttore generale della Banca Popolare di Cortona, Roberto Calzini – ha destato sin dalla propria ideazione l’interesse della banca, da sempre motore e sostegno della crescita economica della nostra comunità. Vogliamo ulteriormente favorire l’apertura di nuove attività “con vetrina pubblica” arricchendo l’iniziativa del Comune di Cortona con l’erogazione di taluni servizi bancari essenziali, quali il “conto corrente” ed il “POS”, concedendone la gratuità per un determinato periodo: due anni di gratuità per il conto corrente ed un anno per il “POS”. Come ulteriore misura di sostegno metteremo a disposizione finanziamenti a tasso agevolato utili all’apertura dei nuovi esercizi commerciali».

«Apprezziamo l’impegno dell’Amministrazione comunale – dichiarano Carlo Umberto Salvicchi di Confcommercio e Lucio Gori di Confesercenti – sia per quanto riguarda le aziende colpite dalla crisi generata dalla pandemia e anche per la spinta che viene offerta alle nuove aziende che hanno aperto in questi mesi difficili o potrebbero aprire, dando un impulso all’economia del territorio. Abbiamo contribuito volentieri alle idee contenute nei bandi, ringraziamo anche la Banca Popolare di Cortona che ha abbinato alcune interessanti opportunità che si affiancano a quanto fatto dal Comune. Siamo soddisfatti di questa sinergia fra associazioni del commercio e del turismo, istituto di credito e amministrazione comunale».

Leggi Bandi imprese