Cortonantiquaria, venerdì ecco gli Skies of America

Appuntamento al Centro Convegni Sant'Agostino alle ore 21,15

La musica americana del XX secolo è l’incontro tra culture diverse, la sintesi estrema tra le tradizioni popolari afroamericane, quelle latine ed ebraiche e la tradizione accademica europea.

In questo contesto i brani di George Gershwin, con il suo omaggio al Blues e al Jazz – Astor Piazzolla e il suo Nuevo Tango – Leonard Bernstein, con il suo Halil (flauto in ebraico), in un commovente inno pacifista ben lontano dalle sue più abituali atmosfere Musical – Philip Glass, romantico e New Age, rappresentano degnamente il panorama più variegato ed inafferrabile del mondo musicale colto in un intrecciarsi di scie in un ipotetico cielo americano.

Enrico Di Felice, si è diplomato giovanissimo in flauto con il massimo dei voti e la lode. I suoi maestri sono stati Mario Ancillotti per il flauto moderno e Stephen Preston per il flauto barocco. Vincitore di diversi concorsi nazionali e internazionali, ha suonato da solista nelle più prestigiose sale concertistiche europee tra le quali il Concertgebouw di Amsterdam, la Musikhalle di Amburgo, la Sala del Conservatorio di Ginevra, oltre che a Montreal, Tokyo, Dijon, Bruxelles, Strasburgo, Dresda, Lipsia, Neuchâtel, Berna, Innsbruck, Klagenfurt, Budapest, Bucarest, Copenaghen, Madrid, Lisbona, Lubiana, Atene, Istanbul, Tirana, Tunisi, Tripoli ecc. Nell’ottobre 2015 ha effettuato la sua prima tournèe in America Latina con concerti in Argentina e Uruguay e nel 2018 ha suonato per il Festival Welsh & Riveroll Music Series di Città del Messico.

Ha inciso per Stradivarius e Inviolata Recordings più di dieci CD con le principali opere per flauto di Bach, Vivaldi, Albinoni, Telemann, Scarlatti, Monteclair ecc. Il suo CD con i concerti per flauto di Pergolesi e Leo ha ottenuto il massimo riconoscimento della prestigiosa rivista discografica francese Diapason e la rivista inglese Early Music Today ha giudicato “astonishing” il CD dedicato alle sonate per flauto di Antonio Vivaldi. Nel 2014 ha pubblicato per Stradivarius un CD in duo con Riccardo Leone con le opere per flauto e pianoforte di Astor Piazzolla recensito con 5 stelle dalle riviste Amadeus e Musica. E’ docente di flauto presso il Conservatorio “G. Pierluigi da Palestrina” di Cagliari e di flauto traverso barocco presso il Centro de Estudos de Musica Barroca di Oporto.

Riccardo Leone, diplomato in pianoforte al Conservatorio di Cagliari, ha studiato direzione d’orchestra, clavicembalo e canto, prima di orientarsi verso la musica da camera e affinare la preparazione con il Trio di Trieste alla Scuola di Musica di Fiesole e all’Accademia Chigiana di Siena. Con il Trio Castello e con l’Ensemble Spaziomusica, a partire dai primi anni ottanta orienta la propria attività verso il repertorio classico-romantico, eseguendo opere di Mozart, Beethoven, Schubert, Schumann e Brahms ma anche pagine di musica contemporanea e del Novecento per pianoforte solo e in ensemble. È stato sul podio della Filarmonica della Repubblica di Corea, l’Orchestra Sinfonica di Bacau, l’Orchestra e la Sinfonietta del Teatro Lirico di Cagliari, gli Ensemble Spaziomusica di Cagliari e Opera ma novità di Sassari con cui ha diretto in prima assoluta opere teatrali da camera di Oppo, Manzoni, Melchiorre, Lombardi, Solbiati, Sani ecc. Collabora come pianista con l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari dopo anni di collaborazione alle produzioni d’Opera lirica. Svolge una intensa attività concertistica, partecipando a varie manifestazioni in varie parti del mondo (Europa, Asia, America del sud) in qualità di pianista e direttore, sia in formazioni cameristiche che da solista. Insegna musica da camera al Conservatorio di Cagliari.

  • Ingresso euro 8,00 (il biglietto dà diritto all’ingresso in Mostra) | Ridotto euro 5,00

  • Prenotazione obbligatoria presso Cortona Sviluppo, Tel. 0575 630158 (dal lunedì al venerdì), oppure via mail: [email protected]

  • Green pass richiesto

  • Ingresso ridotto per possessori di biglietto Trenitalia