Giornate FAI di Primavera: Arezzo e il fiume Castro

Sabato 15 e Domenica 16 Maggio 2021

In occasione delle Giornate FAI di Primavera 2021, celebre manifestazione giunta alla 29esima Edizione Nazionale e quest’anno premiata con la Targa del Presidente della Repubblica, il FAI di Arezzo propone un inedito percorso urbano all’aperto, alla scoperta di un aspetto del tutto peculiare della nostra città: il corso del torrente Castro nelle vie cittadine.

Un percorso di quasi 2 km, accompagnati dalle consuete “guide d’eccezione” ovvero gli
Apprendisti Ciceroni, studenti della classe IVB del Liceo Classico Petrarca di Arezzo, preparati con la necessaria formazione dai loro Professori, nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro.

Questi giovani Ciceroni ci illustreranno una serie di evidenze storiche e architettoniche sul rapporto plurimillenario tra Arezzo e il Castro, mostrandoci a supporto alcune foto recuperate dall’Archivio FotoClub La Chimera, per ricordare la storia dimenticata del rapporto indissolubile tra la città di Arezzo e il suo fiume. Il punto di ritrovo per l’accreditamento alla visita è il Banco FAI in Piazza San Giusto ed il percorso ha inizio in via Beato Angelico presso l’imbocco del Castro.

Si prosegue in via Crispi presso l’Anfiteatro Romano, dove scopriremo il ruolo fondamentale del Castro per lo sviluppo economico della città in epoca romana: la celebre produzione vasaria delle fabbriche di ceramica aretine.

Ci spostiamo poi in Piazza S. Agostino alla scoperta dell’ex Lavatoio, oggi sede
dell’InformaGiovani, ovvero i lavatoi pubblici dove le lavandaie facevano il bucato fino agli anni ’50 e ’60; vi erano inoltre gli abbeveratoi dei cavalli e numerose fabbriche sorte appunto attorno alla piazza per sfruttare l’energia dell’acqua.

Ancora pochi passi e siamo in via Roma presso gli attuali portici, per conoscere meglio Piazzetta S.Maria Sopra i Ponti, dove un tempo sorgeva l’Ospedale di S.Maria sopra i Ponti: proprio un ponte infatti dava il nome a questo luogo che ebbe come visitatore d’eccezione San Francesco d’Assisi, accolto presso il pellegrinaio dell’Ospedale intorno al 1217.

Infine chiudiamo la nostra camminata in via Leone Leoni, con il racconto dell’ex Fonderia
Bastanzetti, ora Casa dell’Energia, che sorgeva proprio nel punto in cui il Castro, con un salto di qualche metro, lasciava le mura della città.

Nel rispetto della normativa vigente (Decreto Sostegni del 22 aprile 2021), per partecipare alle Giornate FAI di Primavera è obbligatorio prenotarsi sul sito www.giornatefai.it entro e non oltre la mezzanotte del giorno precedente la visita con una donazione minima di 3€.
Gli ingressi saranno disponibili fino all’esaurimento dei posti di ogni turno per garantire la sicurezza di tutti. Di seguito l’orario delle visite:

Sabato 15 maggio ore 10.00, ore 12.00, ore 15.00, ore 16.00;
Domenica 16 maggio ore 10,00, ore 12.00, ore 14.00, ore 15.00, ore 16.00.
In aggiunta, sabato alle ore 14 si terrà un percorso in lingua inglese, prenotabile via e-mail.