Gospel Sinergy, l’inatteso festival che illumina la primavera

Il Toscana Gospel Festival si fa in tre: concerto, masterclass e workshop in diretta da Orlando, in Florida

Dal 15 al 18 aprile torna di scena il Toscana Gospel Festival. Il longevo festival toscano, a cura di Officine della Cultura, non rinuncia al rapporto con il proprio pubblico, interrotto a causa della pandemia, rilanciando con un progetto inatteso e originale, un vero e proprio appuntamento in streaming dedicato ai tanti appassionati di un genere dai profondi valori musicali oltreché etici, presentato questa mattina in streaming da Lorenzo Cinatti, Direttore della Fondazione Guido d’Arezzo e Massimo Ferri, Presidente di Officine della Cultura.

Massimo Ferri racconta così Gospel Sinergy, i quattro giorni di festival primaverile: «Non poter organizzare a dicembre il Toscana Gospel Festival, l’incontro con le straordinarie corali statunitensi e il tour in tutta la Toscana, è stato per noi un vero dolore, anche perché, per la venticinquesima edizione del festival, avevamo in progetto una grande festa. Ma rinunciare non fa parte del nostro spirito.

Ed è così che abbiamo deciso di approfittare di questa lunga sosta forzata per rilanciare con un progetto innovativo per lo stesso festival: far incontrare in aula, un’aula virtuale, i direttori delle corali italiane, i loro allievi, i coristi e i cantanti del gospel ma non solo, con due professionisti del genere, oltre a portare al pubblico italiano un concerto in streaming appositamente realizzato per noi dalla corale The Voices of Victory». Tutto questo grazie a Vertigomusic, partner con Officine della Cultura del progetto primaverile, alla rinnovata collaborazione con due storici partner del Gospel Festival, Unicoop Firenze e Caffè River, e soprattutto al contributo di Comune di Arezzo e Fondazione Guido d’Arezzo:

«Questa è la mia prima conferenza stampa in qualità di direttore della Fondazione Guido d’Arezzo. – Così ha esordito Lorenzo Cinatti. – Mi sono già incontrato con il Toscana Gospel Festival, da spettatore, trovandola una bellissima iniziativa, illuminante. Sono lieto che, nella difficoltà attuale, questa originale iniziativa in streaming parta dalla città del Polifonico, una città che non guarda solo alla sua tradizione ma si apre al racconto delle culture. È vero, siamo costretti ad un’edizione “da trincea” ma insieme siamo obbligati a sperimentare e questo porterà di sicuro contenuti importanti per la crescita del Festival».

Gospel Sinergy gioca con la cronologia del Toscana Gospel Festival, annunciando l’edizione numero 24,99, sempre più vicini alla festa per la numero 25, ma si propone con un alto profilo artistico presentando al pubblico italiano e non solo il concerto della corale “The Voices of Victory”, formazione gospel proveniente dalla città di Orlando, in Florida, quel profondo sud degli Stati Uniti nei quali la grande musica gospel è nata.

The Voices of Victory, ensemble capace di conquistarsi in poco tempo un ruolo di rilievo nella musica della propria comunità, grazie al talento dei suoi musicisti dal piccolo ambito delle Churches è arrivato prima ai principali luoghi di musica cittadini (fissa la presenza la domenica mattina per il “Sunday Brunch” alla House of Blues di Orlando) poi in tutti gli Stati Uniti, fino ad essere inviato sui palchi internazionali della scena pop e gospel come il Toscana Gospel Festival. Non è dunque un caso che, dovendo rinunciare al viaggio in Italia, i coristi abbiano deciso di registrare un concerto appositamente per il Toscana Gospel Festival. Un concerto che sarà trasmesso venerdì 16 aprile alle ore 21:15 sul canale YouTube OfficineProduzioni e alle ore 21:30, domenica 18 aprile, sul canale televisivo Teletruria.

Oltre al concerto Gospel Sinergy si arricchisce di due incontri unici nel suo genere condotti da Nikkie Taylor e JP Polk. Giovedì 15 aprile, con inizio alle orte 20:00, in collegamento da Orlando (Florida), i due esponenti di spicco della tradizione gospel della città di Orlando terranno 2 ore di MasterClass dedicato ai direttori di coro e agli allievi direttori di coro. Sabato 17 aprile, con inizio alle ore 15:00, Nikkie Taylor e JP Polk terranno invece un Workshop di 4 ore dedicato ai coristi e ai cantanti che abbiano desiderio di approfondire l’incontro con il gospel.

Entrambi saranno momenti preziosi di studio e approfondimento per un genere che in Italia ha non pochi estimatori, proprio per il suo straordinario impatto con la sensibilità umana nei suo tanti aspetti emotivi, culturali, morali, estetici e sociali. Si segnala che entrambi gli appuntamenti del 15 e 17 aprile, la masterclass e il workshop, si svolgeranno con la presenza di un traduttore professionista al fine di facilitare la comunicazione. Info e iscrizioni per la masterclass e il workshop scrivendo a [email protected] o telefonando ai numeri 0575 27961 (dalle ore 10:00 alle ore 13:00) e 338 8431111. Il costo della partecipazione ad un singolo evento è di 10 euro. Per i direttori di coro e gli allievi direttori di coro interessati a prendere parte a entrambi gli incontri il costo della partecipazione è di 15 euro. Scadenza iscrizioni: 14 aprile.

Ulteriori informazioni visitando il sito www.toscanagospelfestival.net dove è possibile scaricare la domanda di partecipazione.