Il Corso di laurea in Lingue ha dato il benvenuto ai docenti Wu Hairong e  Luo Chuilian

I docenti dell'Università cinese di Wenzhou insegneranno ad Arezzo durante il nuovo anno accademico

Il corso di laurea in Lingue per la Comunicazione interculturale e di impresa dell’Università di Siena, con sede ad Arezzo, ieri ha dato il benvenuto, nel campus del Pionta, alla professoressa Wu Hairong e al professor Luo Chuilian dall’Università cinese di Wenzhou, in occasione dell’inizio del nuovo anno accademico, che vedrà i due docenti insegnare ad Arezzo.
Le relazioni tra le Università di Siena e Wenzhou sono state avviate alcuni anni fa e si sono rafforzate nel tempo grazie anche ad  alcune visite in Cina del rettore Francesco Frati e all’impegno della professoressa Maria Omodeo con il Centro di Ricerche interculturali Italia-Cina.
Poco prima della pandemia, una Winter school era stata organizzata dall’Università di Siena per studenti e studentesse cinesi in visita ad Arezzo e diversi studenti del corso di laurea in Lingue erano risultati vincitori di borse per un soggiorno di studio nell’ateneo di Wenzhou. Durante il periodo pandemico inoltre è maturata una collaborazione scientifica in area umanistica tra i docenti, che ha portato alla pubblicazione di un volume dal titolo “Dialoghi Italia-Cina”.
“Il nostro corso di laurea in Lingue conta di riprendere presto questa attività di scambio con la Cina, molto importante nel percorso formativo degli studenti che scelgono il cinese come seconda lingua di studio – ha detto la professoressa Calamai, presidente del Corso – . Un segnale importante è l’inizio dell’attività didattica dei due docenti della Wenzhou University, che si estenderà per tutto l’anno accademico”.
All’incontro, oltre alla professoressa Calamai, sono intervenuti Gianluigi Negro, la professoressa Maria Omodeo, il dottor Pan Shili, direttore dell’Associazione per l’interscambio culturale Italia-Cina, e il professor Sergio Conti.
Debora Forconi, laureata in Lingue ad Arezzo e vincitrice nel luglio scorso del prestigioso
premio “Chinese Bridge”, dopo aver partecipato a una competizione indetta dall’Ambasciata Cinese in Italia che l’ha riconosciuta migliore studentessa in Italia di lingua cinese, ha raccontato la sua esperienza di studi presso l’Università di Siena e l’Università di Wenzhou.