INFURIATI: anche ad Arezzo il Blocco Studentesco lancia il nuovo slogan per l’anno scolastico 2021/2022 

INFURIATI: anche ad Arezzo il Blocco Studentesco lancia il nuovo slogan per l’anno scolastico 2021/2022
Il nuovo anno scolastico è appena cominciato all’insegna di quella che viene definita “nuova normalità”, ed è proprio verso di essa che è rivolto il nuovo motto del Blocco Studentesco: infuriati.
La scelta della parola “Infuriati”, fanno sapere i ragazzi del Blocco, “gioca sull’assonanza tra l’imperativo rivolto a chi non sa ancora cosa fare e l’indicativo, rivolto invece a chi non avesse ancora chiaro il nostro stato d’animo in questo preciso momento storico”.
“La scuola sta venendo meno alle sue funzioni fondamentali – dichiara Francesco Germani, responsabile aretino del movimento – poiché le nuove normative uccidono aggregazione e socializzazione, istituendo nelle menti degli studenti la paura come misura precauzionale delle proprie vite”.
“A tutto ciò – continua Germani – noi preferiamo l’ira, la sana libertà di infuriarci contro coloro che nelle scuole e nelle università, come d’altronde in televisione e nei giornali, stanno continuando a imporre limitazioni ai limiti dell’assurdo agli studenti, voltandosi dall’altra parte rispetto alle vere problematiche come ad esempio il sovraffollamento dei mezzi o i tetti delle aule che cadono a pezzi”.
“Il diritto allo studio – conclude Germani – non può essere sottoposto all’esibizione di un codice Qr. E al di fuori della battaglia tra pro vax e no vax che poco ci riguarda, confidiamo che i giovani aretini ormai stanchi di tutto ciò trovino le forze per staccarsi dal telefono e infuriarsi con noi”.