La giornata mondiale della fibromialgia

Il Comune di Arezzo ha concesso il patrocinio all’iniziativa Illuminiamo la Fibromialgia promossa dall’Associazione italiana sindrome fibromialgica.

L’appuntamento è previsto per mercoledì 12 maggio, il colore prescelto è il viola e toccherà ancora una volta alla statua di Guido Monaco fare da “testimonial” e “accendersi”.

L’evento, che consisterà nell’illuminare della suddetta tonalità piazze, edifici e monumenti d’Italia, si pone l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni del paziente fibromialgico, sofferente di una patologia non riconosciuta e spesso trascurata, che la pandemia ha contribuito ad aggravare.

L’invito dell’associazione promotrice è inoltre rivolto ai pazienti, ai loro familiari o amici e anche al personale sanitario affinché indossino un fiocco, sempre viola, durante la stessa giornata. Come ulteriore segnale dell’esistenza dei pazienti fibromialgici.

“Ogni malato ha una sua dignità – sottolinea il vicesindaco Lucia Tanti – e non deve essere ‘invisibile’ alle istituzioni pubbliche e sanitarie. Se consideriamo la rilevanza, in questa fase storica, della difesa del diritto alla salute, divulgare la consapevolezza sulla fibromialgia, una malattia cronica che colpisce prevalentemente le donne e in età ancora giovane, rappresenta un atto dovuto. Con un gesto semplice facciamo ‘luce’ su questa che fra le malattie reumatiche è la seconda in termini di diffusone dopo l’osteoartrosi, interessando circa 4 milioni di connazionali”.