L’Orchestra Multietnica di Arezzo vola in Europa con il festival Frittomisto

Sabato 30 gennaio presentazione dell’ultimo videoclip con la partecipazione di Paolo Benvegnù

Sabato 30 gennaio 2021 l’OMA, Orchestra Multietnica di Arezzo, sarà tra i protagonisti della seconda edizione interamente in streaming del festival multiculturale e multilingue “Frittomisto”, nato nel 2019 dall’idea sviluppata da un gruppo di italiani e tedeschi residenti a Monaco di Baviera e confluita nell’associazione Münchner Vielfalt e.V.

L’OMA presenterà all’interno del percorso di Frittomisto, guidato dal racconto di storie positive di integrazione e interazione tra anime e culture nella straordinaria e variegata ricchezza sociale europea e, in particolare per l’edizione 2021 con una dedica all’empatia, un nuovo videoclip dal titolo “Cerchi nell’acqua” realizzato dai tanti musicisti dell’OMA singolarmente da casa con la partecipazione del cantautore Paolo Benvegnù e grazie all’impegno di Officine della Cultura. Il videoclip sarà presentato alle ore 15, a metà della lunga diretta visibile gratuitamente all’interno della pagina Facebook di Frittomisto, mentre alle ore 12 l’OMA sarà ancora tra i protagonisti del racconto del festival con l’intervento del duo formato da Paola Scoppa (voce argentina dell’OMA) e Fernando Mazza e la presentazione del brano “Canción con todos”.

«Siamo particolarmente lieti di far parte di un festival che ha nella sua carta fondativa una società aperta, solidale, accogliente, con uno spiccato senso della comunità, nel rispetto dei diritti fondamentali e della dignità di ciascun individuo, capace di vedere nei cambiamenti sociali e culturali una possibilità di arricchimento più che una fonte di paura e di chiusura – ha dichiarato Luca Roccia Baldini, presidente dell’OMA. – Nei tanti mesi difficili che stiamo vivendo, in particolare per l’associazionismo e per gruppi numerosi come il nostro la cui attività è stata praticamente azzerata, è per noi un’occasione ancora più importante per ritrovarci, anche se a distanza, e continuare ad esprimere il nostro irrinunciabile punto di vista. Con un grazie, per l’occasione, alla disponibilità e alla generosità di Paolo Benvegnù».

Alla realizzazione (da casa) del video “Cerchi nell’acqua” hanno collaborato: Luca Roccia Baldini (basso), Massimo Ferri (bouzouki), Mariel Tahiraj (violino), Roberta Stancu (violino), Camillo Biagioli (violino), Leidy Natalia Orozco (viola), Simone Biliotti (violoncello), Mariaclara Verdelli (violoncello), Irina Denissova (bajan), Madoka Funatsu (fisarmonica), Enrico Fink (flauto), Lavinia Massai (flauto), Paolo Benvegnù (voce), Paola Scoppa (voce), Emad Shuman (voce), Gianni Micheli (clarone), Natalia Marcalain (clarinetto), Danny De Ritis (sax), Saverio Zacchei (trombone), Lea Mencaroni (oboe), Massimiliano Dragoni (salterio), Marzio Tacconi (batteria), Stefano Albiani (cajon), Josaphat Junior Bamba (jambe), Gianni Zito (tamburello). Ulteriori informazioni: www.orchestramultietnica.netwww.officinedellacultura.org.