Monte San Savino, in corso il restauro dei portoni lignei di Porta Fiorentina

“L’intervento fa parte di una serie più vasta di operazioni messe in campo per la valorizzazione del centro storico a fini commerciali e turistici” sottolinea l’assessore alle attività produttive Nicola Meacci

E’ in via di conclusione un nuovo investimento per la valorizzazione dei tesori artistici del centro storico di Monte San Savino: il restauro dei portoni lignei di Porta Fiorentina. L’intervento, attualmente in corso, si concluderà entro i primi giorni di Giugno ed è stato finanziato con i fondi ottenuti dalla Regione Toscana all’interno del programma di valorizzazione dei “centri commerciali naturali”, bando al quale l’Amministrazione Comunale ha partecipato con successo per due volte negli ultimi anni.

L’incaricato è il restauratore di beni culturali Sandro Ceccolini, con la collaborazione tecnica della Restauratrice Laura Salvadori. L’intervento prevede il pieno recupero del bene, che risale al ‘500 ed è costituito principalmente da legno di quercia e abete. Nei secoli è però stato oggetto di varie modifiche e restauri, talvolta improvvisati, sui quali si è andati a intervenire per riportare il più possibile il legno al suo antico originario splendore garantendo anche la preservazione dei materiali in chiave futura.

“L’intervento fa parte di una serie più vasta di operazioni messe in campo per la valorizzazione del centro storico a fini commerciali e turistici” sottolinea l’assessore alle attività produttive Nicola Meacci “oltre al restauro degli sportelloni lignei della Porta è stata infatti installata una nuova bacheca per le mappe e le informazioni turistiche; un dissuasore automatico all’ingresso di via della Riconoscenza che ambisce a diventare la nuova via del commercio e una vetrina di ingresso del paese, con l’obiettivo parallelo di implementare anche la ZTL estiva dall’ora di pranzo fino a tarda sera.  Sempre su via della Riconoscenza che si salda ai giardini pubblici all’ingresso al paese è in corso di realizzazione una nuova illuminazione pubblica più performante e a led che migliorerà la qualità garantendo anche un significativo risparmio energetico”.

“Questo è un altro tassello importante per la valorizzazione dei beni culturali che sono anche una risorsa per rilanciare l’attrattiva turistica oltre che parte integrante dell’identità del territorio” spiega il Sindaco Margherita Scarpellini “la struttura architettonica di Porta Fiorentina risale alla fine del ‘500, un momento di grande splendore per Monte San Savino. Fu realizzata su disegno di Giorgio Vasari che ha lasciato altre importanti opere pittoriche nella nostra città, alla quale era molto legato anche per un vincolo familiare, visto che la moglie era una savinese della famiglia Veltroni. In questo modo” conclude il Sindaco “insieme con molti altri interventi portati a termine negli ultimi mesi come ad esempio il definitivo recupero del ‘Cisternone’ del Palazzo Comunale, vogliamo segnare idealmente l’inizio della stagione estiva, come momento di generale ripartenza di tutte le attività”