Romizi: “Il bando Emergenza Cultura della Fondazione CR Firenze: dov’è quell’altra fondazione”?

Francesco Romizi
Francesco Romizi

Dichiarazione del capogruppo consiliare di Arezzo 2020 Francesco Romizi

“La Fondazione CR Firenze finanzia anche per il 2021 il bando Emergenza Cultura, una misura già attivata nel 2020 a sostegno delle realtà culturali, tra i soggetti che più hanno sofferto, e soffrono, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia. Leggiamo peraltro che le risorse per quest’anno salgono a 750 mila euro rispetto alle 500.000 dello scorso anno e sono destinate ai territori di Firenze, Grosseto e Arezzo. Vorrei capire se la Fondazione Guido d’Arezzo vi parteciperà e con quale progetto. Anche perché mi risulta che nel 2020 nessun ente aretino, in primis Comune di Arezzo e Fondazione Guido d’Arezzo, vi abbiamo partecipato.

Dunque, si prospetta la possibilità di mettere a confronto due fondazioni: la prima è un ente che investe da anni risorse non solo sulla cultura ma per le più varie finalità sociali, la seconda è un soggetto che è stato creato da questa amministrazione per il Raro festival.

Sappiamo che i Comuni non navigano nell’oro e che di conseguenza le risorse non ci sono per tutto. Perché allora non si pensa a reperirle quando si presenta un’occasione? Di certo, scontiamo la mancanza di una guida politica ovvero di un assessore alla cultura che segua questo ambito in forma continuativa e vi sia preposto.

Non è detto peraltro che debba essere la Fondazione Guido d’Arezzo a partecipare a un bando in prima persona. Potrebbe ad esempio svolgere un ruolo di talent scout ovvero diventare promotrice di idee e progetti elaborati dalle associazioni culturali. Fare in modo che ai bandi vi partecipino queste ultime. In entrambi i casi, progetti propri, valorizzazione di progetti altrui, la Fondazione Guido d’Arezzo a oggi ha fallito”.ᐧ