Teatro Archeologico torna ad agosto: al Parco del Sodo il nuovo appuntamento in collaborazione con Sosta Palmizi

Domenica 1° agosto, la rassegna targata rumorBianc(O) ospita il pluripremiato “Storia di un uomo e della sua ombra” di Principio Attivo Teatro

Bari - Teatro Kismet, Storia di un uomo e della sua ombra (Mannaggia 'a Mort). 17.01.2010

CORTONA (AR) – Dopo l’ottimo riscontro di pubblico e critica ottenuto lo scorso 11 luglio, Teatro Archeologico torna ad agosto con un intenso appuntamento realizzato in collaborazione con la nota associazione cortonese Sosta Palmizi.

Ideato e organizzato da rumorBianc(O) con il contributo della Fondazione CR Firenze e promosso dal Comune di Cortona, dal Museo MAEC e dell’Accademia Etrusca in accordo con la Direzione regionale dei Musei della Toscana e della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle province di Siena, Grosseto e Arezzo, e con il sostegno di Cortona Photo Academy ed Estratti di Toscana, Teatro Archeologico mette in calendario domenica 1° agosto, al Parco del Sodo di Cortona, il pluripremiato “Storia di un uomo e della sua ombra (mannaggia a’mort)” della compagnia Principio Attivo Teatro: uno spettacolo tra risate e riflessione, appartenente alla rassegna “Altre Danze”, attraverso la quale Sosta Palmizi, da otto anni, si rivolge alle nuove generazioni in una visione trasversale dei generi.

Siamo davvero contenti ed orgogliosi di aver potuto inserire nel cartellone di Teatro Archeologico questo appuntamento in collaborazione con Sosta Palmizi – spiega Chiara Renzi, presidente di rumorBianc(O) e direttrice artistica di Teatro Archeologico; – da sempre promuoviamo il teatro fuori dagli spazi ad esso tradizionalmente deputati cercando un contatto attivo e partecipato con il pubblico. Grazie alla presenza di Sosta Palmizi, il nostro intento di valorizzare il teatro contemporaneo si rafforza e la nostra rassegna si arricchisce di uno spettacolo capace di mettere insieme una pluralità di linguaggi e forme artistiche, in pieno stile rumorBianc(O).”

Domenica 1° agosto, ad aprire le danze sarà, alle ore 17.30, un’interessante visita guidata alla scoperta del Parco Archeologico del Sodo. Un tuffo nel passato che permetterà di rivivere, attraverso il contributo di guide esperte, l’antica storia degli insediamenti etruschi nel territorio cortonese. Alle ore 18.00, i riflettori si accenderanno, invece, su “Storia di un uomo e della sua ombra (mannaggia a’ mort)”, lo spettacolo della compagnia pugliese Principio Attivo Teatro, già vincitore nel 2010 dell’Eolo Awards e del Premio Amici di Emanuele Luttazzi al Festival Nazionale Teatro ragazzi. Diretto da Giuseppe Semeraro e interpretato dallo stesso Semeraro con Dario Cadei e Leone Marco Bartolo, “Storia di un uomo e della sua ombra” si pone al crocevia tra teatro fisico e clownerie configurandosi come un cartone animato in bianco e nero o un film muto con due attori in carne e ossa. Sulla scena, che si apre su un vuoto, irromperà un personaggio, una persona qualunque, intenta a costruire il proprio destino intorno a una casa invisibile, rappresentata da semplici linee bianche. Ma una figura inattesa arriverà a turbare i piani dello spensierato protagonista dando vita a una parabola che saprà descrivere, in maniera immediata e diretta, i conflitti fra gli esseri umani, tra il bianco e il nero, tra il buono e il cattivo, tra un uomo e la sua ombra. Con pochissimi artefici scenici e l’originale impiego della musica, suonata dal vivo da Leone Marco Bartolo, lo spettacolo finirà per raccontare una storia vecchia come il mondo dipanandosi tra equivoci e gag in un crescendo di divertimento e poesia.

Storia di un uomo e della sua ombra di Principio Attivo teatro, spettacolo finalista del Premio Scenario Infanzia, è una creazione di grande e raffinata fattura – afferma il critico teatrale Mario BianchiAgito come un cartone animato in bianco e nero, studiato nei minimi particolari, che si nutre di rimandi molto diversi tra loro da Chaplin e Keaton a Willy il Coyote al grande repertorio dei clown. Lo spettacolo ci dona un’ora di assoluto ed intelligente divertimento tutto risolto senza parola alcuna su un ritmo sfrenato calibratissimo che racconta ai bambini una storia antica come il mondo.”

Il biglietto relativo all’appuntamento di domenica 1° agosto avrà un costo di 7 euro, comprensivo di visita guidata e spettacolo teatrale. Gli ingressi sono acquistabili anche online nella sezione dedicata del sito web del MAEC di Cortona o al link https://bit.ly/3gM94an.

Per maggior informazioni su spettacoli e prenotazioni, è possibile inviare una mail a [email protected]. Prenotazione obbligatoria e posti limitati.