Venerdì 23 luglio torna ad Arezzo il “No Paura Day”

L'evento avrà inizio dalle ore 18 in Piazza Sant'Agostino. Si tratta della terza edizione locale dell'iniziativa nata a Cesena alla fine dello scorso anno su impulso di alcuni cittadini che hanno proposto cicli di “conferenze a cielo aperto”, alle quali partecipano voci autorevoli e fuori dal coro per una controinformazione scientifica sull'emergenza Covid.

AREZZO. Torna ad Arezzo il “No Paura Day”, terza edizione locale dell’iniziativa nata a Cesena alla fine dello scorso anno su impulso di alcuni cittadini che hanno proposto cicli di “conferenze a cielo aperto”, alle quali partecipano medici, avvocati, giornalisti, economisti, studiosi, voci autorevoli e fuori dal coro per una controinformazione scientifica sull’emergenza Covid.

Dopo pochi mesi gli incontri si sono diffusi in decine di città italiane. Ad Arezzo l’appuntamento è previsto per venerdì prossimo 23 luglio, in piazza Sant’Agostino
dalle ore 18. Interverranno Giovanni Chianucci, Avv. Claudio Fabbri, Dottor Massimo Melelli
Roia e Gabriele Tinti.

“Vogliamo contrapporci alla faziosità e al terrorismo mediatico – spiega Sensini organizzatore degli incontri -. Indagare origini e possibili sviluppi dello stato d’emergenza decretato il 31 gennaio dello scorso anno, quando ancora il Covid non veniva nominato da alcuna autorità politica e mediatica. Siamo liberi cittadini che cercano soluzioni per uscire dal vicolo cieco nel quale governo e Unione europea ci hanno segregati. Puntiamo alla riapertura di ogni attività produttiva e alla fine dello stato d’emergenza. Vogliamo cercare idee, testimonianze e proposte utili per tutelare i nostri diritti, per evitare obblighi vaccinali, confinamenti e repressione.”