Voceincanto in concerto. La musica incontra la lingua dei segni

Lunedì 7 giugno alle 19 al Circolo Artistico di Arezzo il Coro Giovanile Voceincanto in un concerto-evento per presentare il nuovo progetto musicale del Coro Mani Bianche, dove la musica incontra la lingua dei segni. Il concerto è ad ingresso gratuito.

Il Coro Mani Bianche Voceincanto sta prendendo forma e si presenta alla città di Arezzo. Appuntamento a lunedì 7 giugno alle 19 al Circolo Artistico di Arezzo in Corso Italia 108 per il concerto diretto dal Maestro Gianna Ghiori. Sarà l’occasione per entrare nel vivo del progetto Mani Bianche dell’Associazione Voceincanto e vivere un concerto fatto di musica, canti e lingua dei segni. Ad esibirsi sarà il pluripremiato Coro Giovanile Voceincanto, accompagnato dal pianista Lorenzo Magi e tradotto nella lingua dei segni dall’esperta LIS Rachele Vanni che, con le sue mani vestite di guanti bianchi, tradurrà in gesti ed espressioni la musica e le parole del canto.

Coro Mani Bianche. Un concerto dedicato alla speranza e alla rinascita. Lo spettacolo, l’arte e la formazione sono tra le realtà che più hanno sofferto a causa dell’emergenza da Covid-19. I giovani sono stati lontani dalla scuola e dalla musica d’insieme per molto tempo. L’Associazione Voceincanto ha fondato il Coro Mani Bianche Voceincanto per permettere ai giovani di Arezzo – nessuno escluso – di riappropriarsi degli spazi dell’arte e dell’espressione vivendo la coralità come dimensione ancora più inclusiva, solidale e integrata. Lunedì 7 giugno alle 19 al Circolo Artistico la presentazione del progetto “in progress” Mani Bianche con un concerto dedicato ai temi della speranza e della rinascita. In programma musiche di John Rutter, Bob Chilcott, Josef Hadar, James Papoulis, Greg Gilpin. L’ingresso è gratuito con prenotazione chiamando 3381389819.

L’unicità del Coro Mani Bianche Voceincanto. Molto più di un classico coro, il Coro Mani Bianche Voceincanto è un progetto innovativo e sperimentale che vuole dare vita ad un coro solidale, inclusivo ed integrato. L’idea pedagogica e artistica che sta alla base del Coro Mani Bianche Voceincanto si ispira al famoso sistema fondato in Venezuela dal maestro José Antonio Abreu, che da quarant’anni promuove l’emancipazione dei ragazzi di strada dalla criminalità, dalla droga e dalla dispersione scolastica attraverso la musica. Il primo coro “Manos blancas” nasce in Venezuela nel 1999 grazie a Naibeth Garcia e riunisce bambini e ragazzi con deficit uditivi, visivi, cognitivi, motori e autistici. Nel Coro Mani Bianche Voceincanto ciascuno fa musica utilizzando il mezzo espressivo che sente più naturale. C’è chi utilizza la voce e chi fa “cantare” le proprie mani vestite di guanti bianchi muovendole nell’aria, dipingendo emozioni grazie alle molteplici possibilità offerte dalla lingua dei segni.

Iscrizioni aperte a tutti. Al Coro mani Bianche Voceincanto possono partecipare tutti coloro che hanno il desiderio di avvicinarsi all’esperienza corale e alla lingua dei segni come pratica artistica ed espressiva. Vivendo l’esperienza corale della musica d’insieme e abbattendo le barriere delle diversità. Basta scrivere a [email protected]

Da settembre le lezioni settimanali del Mani Bianche Voceincanto. Le lezioni del Coro Mani Bianche Voceincanto si terranno a partire da settembre ogni lunedì dalle 16 alle 17.15 presso la sede dell’Associazione Voceincanto aps, in Via Trento e Trieste 104 ad Arezzo.

Il Coro Mani Bianche Voceincanto è realizzato grazie al sostegno dell’azienda M.C.M. SRL Lavorazioni e arredi in metallo0707