Con “Riccardo Legge Goretti” approda la comicità del palcoscenico del Teatro Virginian

Appuntamento venerdì 18 febbraio alle 21 con l’originale spettacolo comico dell’attore: un viaggio travolgente nella produzione dell’artista toscano, all’insegna di un umorismo ironico e intelligente.

AREZZO. Nuovo appuntamento in vista per “Radici”, la stagione di prosa del Teatro Virginian realizzata dall’associazione culturale La Filostoccola con il sostegno della Fondazione Guido d’Arezzo. Dopo la positiva partenza del mese scorso, con “Bob & Amy” di Khora.Teatro, venerdì 18 febbraio alle ore 21, il teatro di via de’ Redi 12 accenderà i riflettori sulla comicità di “Riccardo legge Goretti”, lo spettacolo scritto e interpretato da Riccardo Goretti, autore e attore teatrale, televisivo e cinematografico di origine casentinese. Una sorta di one-man-show all’insegna dell’umorismo e della risata.

“Dopo aver rotto il ghiaccio con la produzione di Khora.Teatro e con il primo titolo del cartellone pomeridiano dedicato ai più piccoli, siamo contenti di inaugurare questo weekend con uno spettacolo intelligentemente divertente – spiega l’attore aretino Daniele Marmi, direttore artistico e docente della Filostoccola – ‘Riccardo legge Goretti’ è una rappresentazione unica nel suo genere, che attinge dall’immensa produzione artistica di un autore/attore versatile e poliedrico come Goretti, dando vita ad uno spettacolo che brilla di luce propria. Anche quello di Riccardo Goretti è, per il Virginian, un gradito ritorno: nel corso delle nostre rassegne, ha spesso calcato questo palcoscenico ed ha intrapreso, con noi, la nuova avventura di ‘Breve apologia del caos’, la coproduzione La Filostoccola-Officine della Cultura, che debutterà proprio qui al Virginian alla fine di giugno.”

Classe 1979, Riccardo Goretti è un artista a tutto tondo o, come si legge nella sinossi dello spettacolo, “l’attore più cicciottino del panorama teatrale italiano”, con all’attivo numerosi lavori al fianco dei più importanti registi italiani e sui palcoscenici di tutto lo stivale. Il suo “Riccardo legge Goretti” è un viaggio che si snoda lungo la sua carriera, tra monologhi, letture e pezzi di una comicità quasi surreale. Una sorta di the best della sua produzione artistica spazia da frammenti di “Wonderful – Quiz teatrale a punti (interrogativi) per combattere l’ansia” alle “Novelline Dadaiste”, libro scritto dallo stesso Goretti e illustrato da Edoardo Nardin. Uno spettacolo coinvolgente e travolgente che, come recita l’incipit della sua scheda artistica, “è un percorso particolare, un po’ teatro, un po’ stand up, un po’ recital narrativo, un po’ colossale cazzata”.

Per accedere agli spettacoli della stagione teatrale, sarà necessario essere in possesso del Super Green Pass e indossare la mascherina FFP2. Il costo del biglietto è di 10 euro. Consigliata la prenotazione al numero 3338459441.