Festa dell’albero 2022

La Scuola ha il dovere di promuovere iniziative come questa per spargere e coltivare il seme della cittadinanza responsabile

Arezzo – Un corbezzolo, un nocciolo ed un corniolo queste le tre piante che questa mattina, in occasione della Festa Nazionale degli Alberi, gli alunni delle sei classi della prima della scuola secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo “Piero della Francesca”, con l’aiuto dei Carabinieri forestali di Arezzo, hanno piantumato nel giardino interno della scuola.

L’articolata cerimonia, prima della messa a dimora delle piantine, ha avuto un momento di riflessione e confronto dove autorità, docenti ed alunni hanno avuto modo di ragionare sull’importanza di promuovere la difesa del verde sul nostro pianeta e creare una sana coscienza ecologica nelle generazioni future. E, in preparazione di questa giornata, gli alunni, guidati dagli insegnanti, nelle settimane scorse hanno lavorato svolgendo varie attività didattiche al fine di acquisire consapevolezza sull’importanza del rispetto e dell’amore per la natura e per la difesa degli alberi approntando disegni, schede didattiche ed elaborati.

Alla festa, che è stata organizzata dai Carabinieri Forestali di Arezzo, ha dato lustro la presenza delle autorità locali quali il Prefetto, Maddalena De Luca, il Vice Questore, Paola Liace, il Comandante provinciale dei Carabinieri, Col. Claudio Rubertà, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Col. Adriano Lovito, rappresentanti del Corpo dei Vigili del Fuoco, l’On. Tiziana Nisini, il Dirigente del Servizio Ambiente del Comune di Arezzo, la dott.ssa Tiziana Nocentini dell’Ufficio Scolastico Provinciale oltre al Tenente Colonnello dei Carabinieri, Stefania Renzini e al Maresciallo capo, Fabio Ciampelli.

“Un appuntamento che, anno dopo anno, ha dichiarato il dirigente scolastico, professoressa Rossella Esposito, assume un’importanza crescente per il fondamentale ruolo che gli alberi svolgono nel contenere la crisi climatica. E’ fondamentale che si comprenda che gli alberi sono nostri alleati e aiutano a compensare la CO2; sono degli indispensabili filtri biologici per gli inquinanti atmosferici; rappresentano uno scrigno di biodiversità. Non solo, gli alberi e il verde svolgono un ruolo sempre più importante nella rigenerazione delle nostre città, ma anche la scuola aprendosi all’esterno e promuovendo iniziative come questa spargendo e coltivando il seme della cittadinanza responsabile e sostenibile”.