“Gemellaggio” Pro-Spino Team e Motoclub Paolo Tordi: Toscana e Romagna, terre di motori, per ospitare l’Europeo della Montagna motociclistico.

Il presidente Zavalloni e tutto lo staff del Motoclub “Paolo Tordi” hanno sposato con entusiasmo la causa dello Spino, intravedendo nella collaborazione con il sodalizio valtiberino un futuro di crescita e di successi per gli eventi.

Lo Spino
Lo Spino

Come annunciato qualche settimana fa, la Salita Motociclistica dello Spino edizione numero 9 sarà il frutto della nuova joint venture tra il Motoclub “Paolo Tordi” di Cesena e la Pro-Spino Team, in una solida collaborazione che garantirà la consueta buona riuscita dell’evento sportivo.

Il presidente Zavalloni e tutto lo staff del Motoclub “Paolo Tordi” hanno sposato con entusiasmo la causa dello Spino, intravedendo nella collaborazione con il sodalizio valtiberino un futuro di crescita e di successi per gli eventi a due e quattro ruote così profondamente radicati a Pieve S. Stefano. Il presidente della Pro-Spino Team Alessandro Pigolotti si dichiara felice di aver trovato come co-organizzatori “un gruppo di persone di spessore, animato dalla stessa genuina passione dei ragazzi di Pieve, pronti a portare insieme a noi ancora più in alto il nome dello Spino”.

I presupposti ci sono tutti, a partire dal fatto che la Salita Motociclistica dello Spino accoglierà il 28-29 maggio il Round 1 e il Round 2 del Campionato Italiano Velocità Salita (CIVS), il che significa due gare con due classifiche distinte: una il sabato e una la domenica, con la possibilità per i concorrenti di incamerare un punteggio doppio nello stesso weekend di gara.

Questo importante bonus, unito al fatto che la gara pievana aprirà la stagione 2022 del CIVS e viene ancora una volta insignita della validità per l’Europeo Salita, fanno ben sperare gli organizzatori in una massiccia adesione di iscritti a un evento che possa tornare ad essere anche una bella festa di pubblico, ora che la nazione si sta avviando a decretare la fine dell’emergenza pandemia da Covid-19.

Nel frattempo, partendo dall’aspetto della sicurezza stradale, Comune di Pieve S. Stefano, Chiusi della Verna, Provincia e Aci Arezzo hanno accolto l’appello della Pro-Spino Team per lavorare al progetto di riqualificazione di una strada che non è solo un percorso di gara, ma innanzitutto un’arteria vitale per un territorio montano a vocazione anche turistica come è quello a cavallo tra Valtiberina e Casentino.