Identità SPID rilasciate dai Comuni e dalle Pubbliche Amministrazioni toscane e digitale in Toscana: l’impegno di Anci e di Bibbiena come battistrada

Tutta l’iniziativa è stata realizzata senza alcun costo aggiuntivo per le amministrazioni.

BIBBIENA. Da circa due anni il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli ha avuto, dal Presidente Anci Toscana Matteo Biffoni, una delega strategica ovvero responsabile dell’innovazione per Anci Toscana.

Per questo oggi il primo cittadino intende fare una sorta di bilancio delle cose fatte che hanno visto il comune di Bibbiena fare da battistrada per le piccole realtà toscane.

Vagnoli commenta: “Con il team di Anci Innovazione abbiamo lavorato su tanti progetti innovativi e digitali per i Comuni Toscani. Grazie anche alla collaborazione con Regione Toscana e all’Assessore Ciuoffo, in particolare ci stiamo impegnando sull’implementazione dei servizi digitali per i comuni, il monitoraggio del potenziamento della connettività a banda ultra larga, lo sviluppo del servizio dei droni nella PA, l’aiuto ai comuni nell’implementazione dell’APP IO, lo sviluppo dei servizi di rilascio dell’identià SPID tramite gli uffici anagrafe.

Quest’ ultimo servizio ha avuto una crescita importante da quando ci stiamo lavorando come Anci. Un servizio che Bibbiena ha implementato con soddisfazione e che già nei primi tre mesi ha dato grandi risultati”.

Nel 2021 sono più di 17.000 le identità SPID rilasciate dagli enti pubblici toscani che hanno accolto l’invito della Regione e di Anci a aderire alla convenzione stipulata con il gestore di identità SPID Lepida (società a capitale pubblico).

Il rilascio di Spid da parte delle pubbliche amministrazioni aderenti all’iniziativa è gratuito e molto spesso il personale dei comuni affianca il concittadino nei primi accessi ai servizi online: infatti l’attuazione della “transizione al digitale” passa anche e soprattutto nell’accompagnare ogni singolo individuo, senza lasciare nessuno indietro o da solo, verso l’acquisizione dell’autonomia nella fruizione dei servizi digitali, per una piena attuazione del diritto di cittadinanza, anche digitale.

Tutta l’iniziativa è stata realizzata senza alcun costo aggiuntivo per le amministrazioni: Lepida offre gratuitamente la piattaforma tecnologica e il servizio di backoffice, mentre le amministrazioni utilizzano gli sportelli già aperti al pubblico e colgono l’opportunità del contatto con il cittadino per offrire questo ulteriore servizio.

Filippo Vagnoli come Delegato Anci Toscana all’Innovazione spiega: “Un ringraziamento, oltre che a Regione, va anche ad Anci Toscana, che contribuisce attivamente a promuovere il servizio e supportare i Comuni che intendono attivarsi. SPID è uno strumento essenziale per consentire ai cittadini di accedere ai servizi online, mi congratulo pertanto dei risultati ottenuti dai Comuni che si sono attivati nel 2021, mettendo a disposizione gratuitamente il servizio.

Colgo l’occasione per rinnovare l’appello ad attivare il servizio anche ai Comuni che ancora non hanno aperto uno sportello: serve solo avere la disponibilità dei dipendenti, che, con poche ore di formazione, possono così dare un servizio aggiuntivo molto importante”.

Per quanto riguarda il Comune di Bibbiena ed i passi avanti fatti sulla strada della digitalizzazione, parla l’Assessora competente Martina Cipriani commenta: “Il servizio sulle identità digitali ha avuto un grande sviluppo nel nostro comune. Sono state infatti attivate165 identità digitali dal 20 ottobre 2021 alla fine dell’anno. Rammento però anche il nostro sforzo nella direzione di una semplificazione per il cittadino con l’implementazione, sul nostro nuovo sito web, della parte dedicata ai servizi, ai pagamenti online e all’anagrafe digitale. ”

Il Sindaco Vagnoli conclude: “Come Anci Toscana stiamo lavorando ai fondi PNRR per la digitalizzazione della pubblica amministrazione. Sono stato inserito, per questo, nella cabina di regia insieme alla Regione Toscana, per adempiere agli obiettivi dettati dall’Europa sul tema del digitale e in particolare le competenze digitali, l’identità digitale, il cloud della Pubblica Amministrazione e la connettività dei territori. L’impegno è e sarà massimo per garantire dei servizi sempre migliori ai nostri cittadini e portare i nostri piccoli comuni nel futuro”.