Le Verità Negate: manifestazione e corteo ad Arezzo

Sabato 25 giugno 2022 Arezzo accoglierà un corteo pacifico promosso da vari gruppi, movimenti e singoli cittadini, che chiedono verità e chiarezza sulle cure negate, i dati falsi e le reazioni avverse non segnalate in merito alla vaccinazione Covid 19.
L’appuntamento è alle ore 9.45 davanti all’ingresso principale dell’ospedale S. Donato, per camminare tutti assieme dalle ore 10.00 in direzione della sede dell’ordine dei Medici in viale Giotto,134.

Camilla Canepa, 18 anni, morì il 10 giugno 2021 in seguito ad una trombosi: era stata vaccinata con Astra Zeneca durante l’Open Day vaccinale del 25 maggio 2021.
La causa ed i mezzi del decesso devono essere ricondotti all’arresto irreversibile delle funzioni vitali, consecutivo ad Ards (sindrome da di stress respiratorio acuto), e sussiste correlazione eziologica tra il decesso e la somministrazione del vaccino anticovid19 AstraZeneca“.

E’ la conclusione alla quale sono giunti i consulenti della Procura di Siracusa che indaga sulla morte del 43enne Stefano Paternó, sottufficiale della Marina militare in servizio alla base di Augusta, in provincia di Siracusa, deceduto il 9 marzo  a Misterbianco, 15 ore dopo la prima dose del vaccino Astrazeneca.

Nel pomeriggio del 27 luglio 2021 scorso è deceduto il Dott. Giuseppe De Donno, ex primario di Pneumologia dell’Ospedale Carlo Poma di Mantova, uno dei più appassionati sostenitori della terapia anti-COVID-19 basata sulle trasfusioni di plasma iperimmune.
De Donno, 54 anni, si era dimesso dall’ospedale di Mantova nei primi giorni del giugno 2021 per cominciare la nuova professione di medico di base a Porto Mantovano.
Gli occhi e i volti delle persone che gli organizzatori hanno deciso di inserire nel volantino di cui sotto appartengono proprio a Camilla, Stefano e Giuseppe.
Un modo per ribadire che è giunto il tempo per esigere di conoscere le verità negate attorno alla vaccinazione Covid-19, alle reazioni avverse e alle cure domiciliari precoci proibite.