Maltempo anche durante il ponte dell’Immacolata: le previsioni

Lo scontro di due masse d'aria sulla penisola iberica darà origine a un profondo vortice di bassa pressione

foto agenzia dire - www.dire.it

ROMA – Il brutto tempo continua a non dare pace, e anche per il ponte dell’Immacolata si prevedono pioggia, neve e un sensibile calo delle temperature. Se i detti popolari legati al maltempo dicono il vero dovremo attendere ancora molto prima di poter godere di belle giornate di sole. Sia il 2 dicembre, Santa Bibiana, che il 4 dicembre, Santa Barbara, infatti, molte regioni italiane sono state caratterizzate da rovesci, anche intensi. Ma cosa succederà nei prossimi giorni?

LE PREVISIONI DEL 5-6-7 DICEMBRE

Questo inizio di settimana sarà caratterizzato da una perturbazione che attraverserà abbastanza velocemente il nord del Paese, con qualche effetto anche su parte delle regioni centrali; al Sud e sulle isole il tempo si presenta per lo più soleggiato e anche mite. Per martedì e mercoledì è previsto un miglioramento delle condizioni meteorologiche anche al Nord che favorirà la formazione di banchi di nebbia in pianura. Qualche rovescio potrà verificarsi solo localmente in Umbria, nelle Marche e in Toscana.

Le temperature resteranno al di sopra della norma – affermano i meteorologi di Meteo Expert -, particolarmente sulle regioni centro meridionali. Anche gli ultimi dati confermano il passaggio di una nuova intensa perturbazione sul Centro Nord Italia tra la seconda parte di giovedì 8 dicembre e venerdì.

LE PREVISIONI METEO PER IL PONTE DELL’IMMACOLATA

Dall’8 dicembre la situazione tenderà infatti a peggiorare a causa di due masse d’aria – una fredda nord europea, l’altra calda proveniente dall’Africa – che si scontreranno sulla penisola iberica, generando un profondo vortice di bassa pressione, che dall’Europa occidentale piano piano arriverà anche sul Mediterraneo. Il maltempo interesserà inizialmente gran parte del Nord Italia e delle regioni centrali tirreniche, dove sono previsti intensi temporali già dalla sera dell’8 dicembre. L’aria gelida in arrivo potrebbe portare anche la neve in Piemonte.

Il 9 dicembre il maltempo si estenderà anche al centro Italia, mentre, al contrario, al sud venti di scirocco porteranno – secondo gli esperti di 3BMeteo- a un’impennata delle temperature che potrebbero addirittura superare i 23°C.

Sabato 10 dicembre anche le regioni meridionali dovranno dire addio al bel tempo: l’aria fredda abbraccerà l’intera penisola, portando maltempo diffuso, con possibili nevicate a quote anche medio-alte al centro e al sud, temporali e un ulteriore abbassamento delle temperature. Al sud saranno possibili fenomeni localmente intensi con nubifragi e potenziali criticità, in particolare lungo le regioni del versante tirrenico.

FONTE
AGENZIA DIRE
WWW.DIRE.IT