“Non ci avete fatto sentire soli”. Il Sindaco di Mogilev-Podol’skij ringrazia la comunità di Cavriglia dopo la missione umanitaria in Ucraina

Viveri, vestiti e farmaci sono arrivati nella cittadina gemellata con Cavriglia, luogo di nascita del partigiano Nicolaj Bujanov.

MOGILEV 1
MOGILEV 1

“Gentilissimo Leonardo, nei nostri tempi è molto difficile trovare le persone, che sentono i problemi degli altri, come propri. Voi avete solo confermato che persone così esistono.
Con tutto il cuore ringrazio Lei e gli abitanti della città per il vostro sostegno. Grazie che anche, senza contare le distanze tra le nostre città, avete trovato la possibilità di aiutarci. Per noi è molto importante il vostro sostegno, e che ci fate sentire che non siamo soli. Con amici come voi possiamo superare qualsiasi difficoltà.”

E’ questo il messaggio che il Sindaco di Mogilev-Podol’skij, Gennadij Gluhmanjuk, ha inviato al primo cittadino di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti o Sanni attraverso i social dopo l’arrivo nella città natale di Nicolaj Bujanov di quanto trasportato nei giorni scorsi dai volontari della missione “Uniti per l’Ucraina” verso le zone del conflitto.

Parole di forte amicizia e ringraziamento, parole che arrivano al termine dell’operazione di solidarietà mossa dalla Confraternita della Misericordia di San Giovanni, sezione di Cavriglia, con il supporto dell’Amministrazione Comunale.

Viveri, medicinali e vestiario sono arrivati a destinazione, facendo appunto sentire meno soli i cittadini ucraini che stanno vivendo la tragedia del conflitto: lo stesso Sindaco di Mogilev-Podol’skij ha pubblicato sul suo profilo social un messaggio rivolto ai propri concittadini, portando a conoscenza dell’intera comunità il gran cuore mostrato dai valdarnesi, con parole di gratitudine e forte riconoscenza.

MOGILEV 5

 

 

MOGILEV 2

 

La solidarietà verso la popolazione ucraina da parte della nostra terra, ovviamente, non si ferma qui ed altre iniziative saranno portate avanti nei prossimi giorni.