Toscana Tour: ad Arezzo torna la grande equitazione

Presentata a Palazzo Comunale la sedicesima edizione

Toscana Tour
Toscana Tour

Dopo due lunghi anni di stop si riaccendono i riflettori sul più grande e conosciuto circuito di salto ostacoli italiano, Toscana Tour. L’evento, giunto alla sedicesima edizione e organizzato da Arezzo Equestrian Centre con il patrocinio del Comune di Arezzo e la collaborazione di Fieracavalli Verona, vedrà protagonisti nei campi gara di San Zeno (Ar) i migliori rider internazionali provenienti da oltre 30 nazioni, pronti a darsi battaglia dal 22 marzo al 17 aprile per conquistare un montepremi complessivo di 800.000 euro.

Per quattro settimane si potranno ammirare, nelle straordinarie arene Boccaccio, Dante, Petrarca e Vasari, le gesta di cavalieri internazionali come Steve Guerdat, campione elvetico medaglia d’oro alle Olimpiadi di Londra 2012, il francese Kevin Staut, oro olimpico a squadre a Rio 2016 e l’amazzone Katharina Offel, atleta olimpionica già protagonista dei WEG (World Equestrian Games) e di tre Campionati europei con la nazionale tedesca.

Di spessore anche la compagine azzurra dove spicca Gianni Govoni, primo nell’albo d’oro di Toscana Tour con 7 Gran premi vinti e unico azzurro ad aver partecipato a 2 Olimpiadi, 3 Campionati del mondo, 10 europei, 3 Giochi del Mediterraneo e 1 finale di Coppa del mondo. Insieme a lui il carabiniere Emanuele Gaudiano, forte di due presenze alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 e Tokyo 2021; Piergiorgio Bucci, vincitore della Coppa delle nazioni nel CSIO di Roma 2017 e detentore della medaglia d’argento ai Campionati europei di Windsor nel 2009. Saranno ad Arezzo anche il tre volte campione italiano Emilio Bicocchi, l’aviere Giulia Martinengo Marquet, campionessa italiana proprio ad Arezzo nel 2018, gli inossidabili Lucia Vizzini, Luca Marziani e i giovanissimi Giacomo Casadei, Guido Franchi e Filippo Bologni.

“Il cavallo è il simbolo di Arezzo – commenta il sindaco Alessandro Ghinelli – animale a cui siamo legati per motivi storici e per il ruolo che assume nelle competizioni sportive legate al territorio. Arezzo Equestrian Centre, infatti, rappresenta la piccola patria dell’equitazione italiana grazie a una struttura che ci invidiano in tutto il mondo, diretta da oltre dieci anni da Riccardo Boricchi e Carlo Bernardini. A loro rivolgiamo il nostro ringraziamento per la passione e la lungimiranza con cui portano avanti questo straordinario progetto”.

“Toscana Tour è senza dubbio il fiore all’occhiello dello sport aretino. A livello italiano sono poche le competizioni di questa caratura, basti pensare al numero di atleti che riesce a coinvolgere in sole quattro settimane, compresi membri dello staff, giudici, direttori di gara, steward, veterinari e maniscalchi. Quella di Arezzo è una macchina incredibile, che porta ogni anno enormi benefici non solo all’immagine sportiva della città, ma soprattutto alla filiera del turismo aretino” – dichiara l’assessore allo sport e alle politiche giovanili Federico Scapecchi.

“Equestrian Centre rappresenta un’eccellenza italiana di cui siamo orgogliosi. Conosco bene questa realtà, fin dai tempi del mio impegno come assessore allo sport del Comune di Arezzo e so il valore che produce in termini economici e sociali per il territorio aretino: Toscana Tour ha la forza di portare lavoro in tutta la provincia azionando la macchina degli alberghi, agriturismi, ristoranti, bar e negozi. A Boricchi e Bernardini va il merito di tutto questo” – ha dichiarato la senatrice Tiziana Nisini, sottosegretario di Stato al Ministero del lavoro e delle politiche sociali ed ex assessore allo sport del Comune di Arezzo.

Toscana Tour (Equestrian Center

“Dopo due anni di stop causati dalla pandemia, tornare a organizzare il nostro evento di punta ci dà una gioia indescrivibile. Abbiamo vissuto momenti di grande preoccupazione, ma adesso siamo pronti a riaccendere i motori e la risposta da parte dei cavalieri non si è fatta aspettare. Contiamo sull’arrivo di oltre mille cavalli a settimana, che scelgono Arezzo per le caratteristiche uniche del nostro campo in erba. Dal 2005 rappresentiamo la palestra per tutti i campioni del mondo che vogliono prepararsi al meglio per la stagione sportiva” – è il commento degli show director Riccardo Boricchi e Carlo Bernardini.

FIERACAVALLI E ITALIAN CHAMPIONS TOUR

La grande novità di quest’anno riguarda il lancio, venerdì 8 aprile, di due importanti appuntamenti equestri. Dopo uno spettacolo che vedrà in scena Alessandro Conte, l’Associazione Dimensione Maremma, Fattoria La Forra e Thomas Giampieri, sarà presentata la 124esima edizione di Fieracavalli, la manifestazione punto di riferimento del panorama equestre internazionale, e la seconda edizione di Italian Champions Tour, circuito a squadre di salto ostacoli.

IL PROGRAMMA E I SERVIZI

Ogni settimana, nelle grandi arene di San Zeno, saranno in programma le competizioni del Bronze Tour, Silver e Gold Tour (CSI3* e CSI4*) insieme ai concorsi internazionali riservati a cavalieri Juniores, Pony e Children e ai cavalli giovani. Complessivamente saranno sette le categorie valide ai fini dei Longines Rankings FEI, con il Gran Premo conclusivo del CSI3* e quello del CSI4* che permetteranno di ottenere i FEI Certificates of Capability per i prossimi Campionati del mondo di Herning (DEN) e i Campionati europei 2023 di Milano San Siro.

Da non perdere i Gran premi della domenica del Gold Tour, con altezze sugli ostacoli fino a un metro e mezzo e battaglie fino all’ultimo respiro durante i celebri “barrage”.

I visitatori che verranno all’Arezzo Equestrian Centre potranno usufruire di aree ristoro con bar, ristoranti, hamburgherie e di una nuova area shopping con i migliori brand della moda equestre e numerose sellerie.

L’accesso alle tribune e all’interno del centro equestre è completamente libero e gratuito. Tutte le competizioni di Toscana Tour, inoltre, saranno trasmesse in diretta streaming nella piattaforma Play2ride.tv

 

TOSCANA TOUR

Toscana Tour è uno dei circuiti di salto ostacoli più famosi e importanti d’Europa. L’evento, nato nel 2005 e giunto alla sedicesima edizione, si svolge storicamente nei mesi di marzo e aprile per quattro settimane consecutive, richiamando all’Arezzo Equestrian Centre una media di 4000 cavalli e 1000 cavalieri provenienti da trenta nazioni del mondo.

Tra i grandi protagonisti internazionali che hanno saltato nelle arene di Arezzo Equestrian Centre spiccano il campione svizzero medaglia d’oro alle Olimpiadi di Londra 2012 Steve Guerdat, il talentuoso connazionale Martin Fuchs, i tedeschi Christian Ahlmann e Daniel Deusser, l’amazzone australiana Edwina Tops-Alexander e la celebre cavallerizza greca Athina Onassis, il britannico Michael Whitaker, lo svedese Rolf Goran Bengtsonn e il francese Kevin Staut, oro olimpico a squadre a Rio 2016 insieme al compagno Roger Yves-Bost, vincitore di ben 4 Gran Premi al Toscana Tour. Il brasiliano Cassio Rivetti e i campioni belga Ludo, Nicola e Olivier Philppaerts sono considerati i cavalieri di “casa” ad Arezzo.

Durante il Toscana Tour il contesto prettamente sportivo, un cui spiccano i celebri Gran Premi della domenica e le competizioni riservate ai cavalli giovani, è arricchito da una cornice glamour che attrae ogni anno numerose celebrità desiderose di vivere i momenti di svago nella prestigiosa Area Vip del centro.

FACTS & FIGURES

• 4 settimane di gare
• 4 Gran Premi
• 1000 cavalli a settimana
• 1000 tra cavalieri e amazzoni
• € 800.000,00 di montepremi
• oltre 30 nazioni
• 32 ettari di terreno
• 118.000 mq di strutture sportive
• 1 campo in erba di 1,8 ettari (Arena Boccaccio)
• 3 campi gara in sabbia silicea (Arena Dante, Arena Vasari, Arena Petrarca)
• 3 campi di lavoro in sabbia silicea
• 1 maneggio coperto (70X30)
• 12 ettari destinati al cross country
• 400 box fissi
• 10.000 cavalli ospitati in un anno, per le competizioni sportive
• 1 Vip area con vista sulle arene Dante e Boccaccio
• 1 percorso shopping

AREZZO EQUESTRIAN CENTRE

L’Arezzo Equestrian Center nasce dall’idea e dalla passione di Ita Marzotto, imprenditrice di talento nata a Valdagno (VI) che nel 1992 acquista il Club Ippico Aretino trasformandolo nell’attuale show ground.

L’esperienza della Contessa a Palm Beach, in Florida, e l’incontro con il proprietario di allora Gene Mische, sono stati determinati per la realizzazione di AEC: il suo obiettivo era quello di regalare all’Italia un centro all’avanguardia dove i cavalieri di tutto il mondo potessero portare il loro parco cavalli in preparazione, soprattutto quelli giovani. La Toscana, in questo progetto, è stata la carta vincente.

Dall’ottobre 2010 la gestione dell’impianto è affidata alla Holmo S.r.l., società diretta da Riccardo Boricchi e Carlo Bernardini che ha pianificato un ampio progetto di rilancio e rinnovamento della struttura. La nuova direzione ha organizzato, ad oggi, più di 120 concorsi internazionali, di cui quattro campionati europei giovanili di salto ostacoli, dressage e completo, tre CSIO, e svariati CSI4* e CSI3*. Determinante, inoltre, la ristrutturazione dei campi Boccaccio, Dante e Petrarca che hanno reso l’Arezzo Equestrian Centre uno dei centri sportivi migliori del mondo.
Riccardo Boricchi è il simbolo di un passaggio generazionale all’Arezzo Equestrian Centre. Figlio di un allevatore di cavalli da trotto a Trequanda (Si) e imprenditore nel campo della moda, è stato cavaliere di salto ostacoli presso il Centro Ippico Aretino. Nel 2000 ha aperto il suo maneggio privato a Bettolle dove ha mosso i primi passi. Nel 2010 ecco la proposta della Contessa Ita Marzotto di prendere in gestione l’intero centro: per lui è stata la grande occasione della vita, onorata con numeri e risultati sotto gli occhi di tutti.
Dal 2007 si sono svolte nel centro equestre aretino le competizioni più prestigiose del mondo:
• Global Champions Tour (2007-2008-2009)
• Campionato Europeo pony di dressage, completo e salto ostacoli (2013)
• Campionato Europeo dressage Junior/Young Rider (2014)
• Campionato Europeo salto ostacoli Children/Junior/YR (2014)
• CSIO Children/Junior/YR (2 edizioni)
• CSIO San Marino-Arezzo (2013-2014-2015)
• Toscana Tour CSI 3* / CSI 4* – 15 edizioni