Unisi: torna “Bright-Night 2022”, la notte europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori

Ad Arezzo iniziative a partire dal 23 settembre

Torna ad Arezzo e San Giovanni Valdarno l’appuntamento con Bright-Night, la Notte europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori. Molte le iniziative organizzate dall’Università di Siena che si terranno nelle piazze, nelle vie e nei luoghi della ricerca.

L’appuntamento è per il 30 settembre, in contemporanea con gli eventi che si svolgono in molte città italiane ed europee. Oltre che ad Arezzo e San Giovanni Valdarno l’Ateneo senese organizza eventi a Siena e Grosseto.

Ma ad Arezzo le iniziative Bright-Night si apriranno il 23 settembre con una anteprima. Al Campus universitario del Pionta si inizia alle ore 15 con “Aspettando Bright. Pratiche di Equità, Inclusione e Appartenenza” (viale Cittadini, 33). L’incontro prevede un laboratorio riflessivo sul contrasto alle discriminazioni intersezionali, che verrà facilitato da metodologie esperienziali.

Il 30 settembre sempre al campus del Pionta si terranno le altre iniziative Bright-Night 2022.

Dalle ore 9 i ricercatori del Digital Creativity Lab del corso di laurea in Scienze dell’educazione e della formazione, che si tiene ad Arezzo, apriranno il laboratorio “Giocattoli fantastici e dove trovarli: i segreti della creatività”. Bambine e bambini dai 3 ai 6 anni insieme ad educatrici ed educatori ricostruiranno “catene di reazioni” con cui scoprire i rapporti causa-effetto, realizzeranno “sculture bilanciate” per esplorare i principi dell’equilibrio, inventeranno “congegni stravaganti” per comprendere i movimenti meccanici.

“Rigenerare spazi, rigenerare menti: prendersi cura del Pionta” si aprirà alle ore 10 per poi proseguire durante la giornata. Saranno presentate ai partecipanti le linee di ricerca messe a punto per la rigenerazione e restituzione del Parco alla comunità cittadina di Arezzo. Obiettivo principale del progetto è raccontare i molteplici percorsi di riattivazione e cura che stanno interessando l’area verde e avvicinare studenti e popolazione aretina al processo di rigenerazione materiale e culturale del Parco coinvolgendoli in laboratori e giochi creativi.

Alle ore 17.30 sarà la volta di “Faville di Paradiso: con Dante attraverso il cinema, la musica e la filosofia”, un viaggio che parte dal Paradiso di Dante e che attraversa cinema, musica e filosofia (per tornare infine a Dante). L’iniziativa prevede la presentazione di due cortometraggi realizzati da InArceDantis, in occasione del settimo centenario della morte del Poeta, per la regia di Stefania Maggini. Ad arricchire la serata sarà poi Roberta Soldani che canterà a cappella brani musicali di ispirazione dantesca. A conclusione Giuseppe Fanfani leggerà l’ultimo canto della Divina Commedia.

Un unico titolo, “Difendiamo il Pianeta A. Le scienze applicate scendono in piazza“, per L’insieme di iniziative che si terranno il 30 settembre a San Giovanni Valdarno, a cura del Centro di Geotecnologie dell’Università di Siena.

Fin dal mattino sii terranno dimostrazioni e giochi interattivi per bambini e ragazzi, alla scoperta di tecnologie che permettano di conoscere meglio e quindi di difendere il nostro Pianeta. In particolare, durante l’intera giornata verranno installate postazioni per lo svolgimento di attività ludico/dimostrative che coinvolgeranno i ragazzi con tecnologie all’avanguardia e dimostrazioni di buone pratiche nel rispetto dell’ambiente. Saranno diverse le sedi: pazza Masaccio, piazza Cavour e Giardino di Epicuro (via Bolzano, 18).

Informazioni e dettagli sulle iniziative sono pubblicate agli indirizzi:

www.bright-night.it/dove/arezzo e www.bright-night.it/dove/san-giovanni-valdarno/