Radiotaxi a prezzi agevolati per ciechi

E' pienamente positivo il bilancio del servizio taxi a tariffe agevolate per i non vedenti, varato quattro anni fa dal Comune insieme ad Unione Italiana Ciechi (UIC), Cooperativa Taxi e BancaEtruria. E' quanto ha annunciato nel corso di una conferenza stampa l'assessore alle Politiche Sociali, Rossella Angiolini secondo cui il progetto – di cui è appena stata rinnovata la convenzione – si inserisce nell'ottica di integrazione e promozione sociale delle persone con disabilità, attraverso interventi di sostegno all'autonomia delle persone non vedenti, prevenendone l' isolamento e promuovendo l'accesso a servizi e strutture del territorio nonchè la partecipazione alle attività ricreative, ludiche, culturali.
Il servizio si svolge nell'ambito del territorio cittadino di Arezzo, racchiuso entro la delimitazione definita dalla segnaletica stradale "centro abitato" ( al di fuori di tale confine verrà applicata la normale tariffazione urbana).
I soggetti fruitori del servizio possono accedere alle pretazioni attraverso buoni – servizo utilizzabili per motivi di lavoro, studio, disbrigo pratiche, commissioni varie etc.. Per ciascuna corsa la tariffa agevolata ammonta ad euro 5,68, di cui 1,55 a carico della persona non vedente, euro 2,07 a carico della coop. taxi e euro 2,07 a carico del Comune di Arezzo.

Dal canto suo, Fabio Pagliucoli – presidente della sezione UIC aretina – ha avuto parole di apprezzamento per la sensibilità con cui l'amministrazione aretina si sta impegnando a dare risposte concrete alle esigenze non soltanto dei non vedenti ma, più in generale, delle categorie svantaggiate per le quali la mobilità costituisce la premessa indispensabile per una qualità di vita migliore.

Articlolo scritto da: Andrea Mercanti