Asta con le opere di Osvaldo Peruzzi

Da questa settimana e fino al raggiungimento dello scopo, si svolgerà sul sitodi aste online EBAY, (www.ebay.it) un asta di opere dell?artista livornese Osvaldo Peruzzi, legato al Movimento Futurista e recentemente scomparso.
Grafiche, disegni originali dal 1945 ai giorni nostri e un olio del 1994, sono stati donati dagli eredi al fine di raccogliere fondi per lo studio e la successiva pubblicazione dell?Archivio Storico dell?artista conservato presso la Fondazione Primo Conti di Fiesole e donato alla Fondazione dallo stesso Peruzzi nel 1997. Lo studio e la pubblicazione dell?archivio, curata dal Dr. Danilo Sensi, consentiranno finalmente di attualizzare la figura di Osvaldo Peruzzi all?interno del Movimento Futurista, i contatti con gli artisti che del
Movimento facevano parte e la partecipazione a tutti quei movimenti che al Futurismo si sono ispirati per tutto il corso del 900?.

Premessa al progetto di ricerca.

La recente scomparsa di Osvaldo Peruzzi, ultimo esponente storico dell?avanguardia futurista, avvenuta il 30 dicembre 2004 a Livorno e l?esistenza in più fondi d?archivio di documenti mai compiutamente analizzati sulla sua vita e sul suo lavoro artistico, pur essendo stati pubblicati alcune monografie e cataloghi, in occasione di mostre personali (fra questi si ricordano: Ferdinando Miglietta, Il Futurismo linea fino a Peruzzi, Edizioni Il Calabrese, Cosenza 1975; Marzio Pinottini, Peruzzi Futurista olii e collage 1932
? 1981, All?Insegna del Pesce d?Oro, Milano 1981, scritto pubblicato poi da Giovanni Scheiwiller in ?Arte Moderna Italiana n. 86?; Enrico Crispolti, Osvaldo Peruzzi. Attraverso e dopo il Futurismo, Tip. O. Debatte & Figli, Livorno 1998; Massimo Duranti, Osvaldo Peruzzi. L?ultimo futurista, EFFE Fabrizio Fabbri Editore, Perugia 2005) pone il problema di uno studio filologico completo della sua figura.

Progetto di ricerca sui documenti d?archivio di Osvaldo Peruzzi

Questo progetto prevede un intenso e lungo lavoro che dovrà essere svolto prevalentemente presso la Fondazione Primo Conti di Fiesole, che ha già dichiarato la propria disponibilità per lo svolgimento della ricerca, dove è collocata la parte più ampia dell?archivio. Un analogo, ma più complesso lavoro, richiederà lo studio del fondo conservato dagli eredi di Peruzzi a Livorno e completerà il tutto una attenta analisi del carteggio fra Osvaldo Peruzzi e Armando Silvestri, in gran parte di proprietà dello Studio Bibliografico ?Arengario? di Gussago.
La ricerca verrà svolta sotto la supervisione del Prof. Carlo Sisi, Docente di Storia dell?Arte Contemporanea dell?Università degli Studi di Siena, sede distaccata di Arezzo.

Articlolo scritto da: Danilo Sensi