BancaEtruria: risultati terzo trimestre

Riunitosi sotto la presidenza di Elio Faralli il Consiglio di Amministrazione di Banca Etruria ha approvato oggi i dati consolidati ed individuali del terzo trimestre 2005.

Il Gruppo

1)Principi contabili nazionali

Al 30 settembre 2005 l?utile netto in formazione del Gruppo Etruria rispetto allo stesso periodo dello scorso anno raggiunge 27,4 mln di euro (+49,30%) e il risultato lordo di gestione sale a 81,8 mln di euro (+37,05%).
Si riscontra la crescita del margine di interesse fino a 110,6 mln di euro (+5,59% rispetto al IIIQ04) e l?incremento del margine di intermediazione che si attesta a 210,6 mln di euro (+11,16%). Il risultato permette di migliorare il rapporto cost/income che passa al 61,15% contro il 67,72% di fine 2004.

Gli indicatori patrimoniali mostrano rispetto ai volumi raggiunti al 31 dicembre 2004 una crescita sia degli impieghi con la clientela a 4.556,2 mln di euro (+9,33%), sia della raccolta diretta che si attesta a 4.429,9 mln di euro (+6,21%).

?Ci stiamo avvicinando con successo agli obiettivi previsti dal Piano Industriale per il 2005? ha commentato il Direttore Generale Alfredo Berni. ?Investiamo sulla ripresa economica in atto e grazie all?apporto della nostra rete commerciale registriamo tassi di crescita superiori al sistema. Rispetto agli ultimi dati confrontabili di sistema al 30 giugno 2004, Banca Etruria ha ottenuto su base annua uno sviluppo della raccolta e degli impieghi rispettivamente pari a +9,56% e +19,6% contro una variazione del sistema bancario dell?8,8% e 8,6%?.

Ias Dati Economici Consolidati (mln di Euro) 30/09/05 30/09/04 Var %
Margine di Interesse 121,5 113,1 7,3
Margine di Intermediazione 203 186,5 8,87
Utile di esercizio 18,3 18,5 -1,02
IAS Dati Patrimoniali Consolidati (mln di Euro) 30/09/05 1/01/05 Var %
Impieghi alla clientela 4.530,6 4.196,7 7,96
Raccolta Diretta dalla Clientela 4.431,5 4.171,5 6,23

2)Principi contabili IAS/IFRS

Il recepimento dei nuovi principi contabili ha comportato al 30/9/05:
· per lo stato patrimoniale un valore degli impieghi con la clientela a 4.530,6 mln di euro (+7,96%) e un dato di raccolta da clientela 4.431,5 (+6,23%);
· per il conto economico il margine di interesse si attesta a 121,5 mln di euro (+7,3%), il margine di intermediazione raggiunge i 203 mln di euro (+8,87%) e l?utile d?esercizio in formazione passa a 18,3 mln di euro (-1,02%). I dati sono influenzati dagli IAS che in sede di prima applicazione hanno anticipato il conteggio dei proventi derivanti dalla vendita di titoli di proprietà.
Le differenze rispetto ai principi nazionali sono riconducibili ai nuovi criteri di valutazione ed in particolare alla norma che prevede di considerare le attività finanziarie al fair value già in sede di prima applicazione degli IAS con effetto delle valutazioni anche di natura economica direttamente a patrimonio netto.

La Banca

Per Banca Etruria si registra una crescita in linea con i risultati ottenuti dal Gruppo.
Rispetto al 30/9/2004 tra gli aggregati economici l?utile netto in formazione sale a 26,1 mln di euro (+69,11%) ed il risultato lordo di gestione si porta a 76,7 mln di euro (+43,87%). Salgono le rettifiche di valore su crediti e gli accantonamenti per garanzie ed impegni a 31,9 mln di euro (+121,43%).
Il margine di interesse registra un incremento fino a 121,2 mln di euro (+9,46%) per l?effetto combinato del sensibile miglioramento del margine da banche (+75%) e del margine da clientela (+6,68%).
Il margine di intermediazione sale a 192,6 mln di euro (+15,01%) beneficiando dei maggiori introiti derivanti dalla operazioni finanziarie e dalle commissioni nette (+12,48%).
L?indice di Cost/Income passa al 61,4% (70,4% settembre 2004) nonostante il lieve incremento dei costi di gestione (+1,51%) dovuto essenzialmente a nuove assunzioni di Personale. Il numero dei Dipendenti della Banca ha infatti raggiunto al 30/9/2005 le 1.502 unità (1.444 del settembre 2004).

Dal confronto dei principali aggregati patrimoniali con il 31 dicembre 2004 si evidenzia un incremento degli impieghi con la clientela che raggiungono 4.545,1 mln di euro (+8,57%). La gestione del portafoglio crediti e la politica degli accantonamenti hanno portato una riduzione dei crediti in sofferenza pari al -3,13% rispetto alla fine dello scorso esercizio. Sale contestualmente l?indice di copertura al 40,49% dal 32,64% del 31/12/04.
Tra le forme tecniche di impiego si segnala la costante crescita della componente mutui (+18,88%) e dei conti correnti che insieme alle altre forme a breve termine raggiungono i 2.686,01 mln di euro (+3,85%)

In crescita anche la raccolta diretta che si attesta a 4.451,3 (+6,50%) trainata prevalentemente dalla raccolta obbligazionaria che passa da 909,4 mln. di euro a 1.170,9 mln. (+28,76%) e dai conti correnti (+3,80%).
Importante l?incremento della raccolta indiretta (+17,62% rispetto alla fine dello scorso dicembre) dovuto all?aumento della componente gestita e assicurativa la cui evoluzione ha consentito di portare il rapporto sul totale dell?indiretta al 53,22% contro il 51,30% del dicembre 2004.

Il Piano Industriale 2005/2007

Nel trimestre le attività della Banca sono state incentrate in particolare sulla strategia nei confronti della clientela. E? stato avviato il potenziamento del presidio del territorio che avverrà attraverso i Poli Territoriali, strutture decisionali autonome in grado di analizzare e supportare le esigenze di credito delle aree di riferimento. In questo senso si è conclusa la mappatura socio-economica delle filiere presenti nelle regioni ed è stato arricchito ulteriormente il portafoglio prodotti con offerte specifiche per la piccola e media impresa e la clientela retail.

Articlolo scritto da: BancaEtruria