Con la testa tra i libri…

Ad Arezzo, presso la libreria LEGGERE in viale Cittadini, lunedì 10 ottobre alle 18 prosegue ?Con la testa tra i libri? un ciclo di incontri gratuiti con alcuni tra gli scrittori più affermati nell?attuale panorama letterario italiano. Guido Conti, Melissa P., Giampaolo Simi, Enzo Fileno Carabba, Marco Vichi, Giorgio Faletti, Massimo Carlotto e Carlo Lucarelli si avvicenderanno sul divano della libreria per raccontare e raccontarsi, e perché no, rispondere alle curiosità del pubblico. Gli incontri sono sempre preceduti da un reading di alcuni brani dell?autore da parte di Francesco Botti, giovane ma affermato attore e regista teatrale aretino.

Il ciclo è stato aperto da Guido Conti che nell?occasione ha presentato il suo ultimo romanzo ?Il tramonto sulla pianura? (Guanda, 2005), adesso è la volta del caso letterario più sensazionale degli ultimi anni, Melissa P. intervistata dallo scrittore Marco Vichi.

Melissa P. Questa biografia è stata scritta dalla sottoscritta. Quindi non sarà una biografia né obiettiva né, tantomeno, del tutto sincera. Sono nata il 3 dicembre del 1985 a Catania. Ho vissuto in tanti posti, traslocando di casa in casa e di paese in paese: da Gravina di Catania a Mascalucia, da Nicolosi ad Acicastello. Per il momento mi sono fermata a Roma. Ho la licenza media. Mi hanno licenziata con il voto "ottimo" e mi è bastato. Ho frequentato il Liceo Classico Mario Cutelli di Catania fino a che non l'ho lasciato pochi mesi prima di prendere il diploma.
L'Università, ovviamente, è una speranza assai lontana. Ho una madre di 39 anni, un padre di 46 e una sorella di 13 anni che si chiama Ornella ed è molto più bella di me.
Ho un fidanzato che si chiama T. Lui non è più bello di me. Ho due gatte lesbiche che si chiamano Lolita e Mrs Rottermeier. Non ho molti amici. Ne ho pochi e (quasi) buoni. I miei hobby sono:- leggere i tarocchi- creare creme e lozioni e pozioni con le erbe – suonare il flauto traverso – ascoltare Brigan Tony – cantare al karaoke.
Amo il colore rosso. Alcuni giorni preferisco invece il viola. Il mio piatto preferito è il coniglio in agrodolce. Vorrei chiamare mia figlia Penelope. Se è un maschio, invece, Joshua. Vorrei avere una cascina con tanti animali e tantissimi bambini non miei. Non vorrei vivere in mezzo agli adulti perché mi fanno paura e, quando serve, schifo. Io sarei capace di uccidere se qualcosa non mi va a genio.
Quand'ero piccola ho ucciso. Ma non dico come e chi perché se no mi toccherebbe scrivere i miei libri in prigione. Vorrei vedere l'Apocalisse con i miei occhi, vorrei vedere tutte le città rase al suolo. Vorrei morire mentre rido e mentre mi prendo beffe degli uomini.

Marco Vichi Nel marzo 1999 è uscito presso Guanda Editore il suo romanzo L?inquilino, uscito nel 2000 anche in Grecia. Di questo stesso libro ha scritto una sceneggiatura insieme a Antonio Leotti.
Sempre nel 1999 ha realizzato per radio RAI RADIO TRE cinque puntate della trasmissione ?Le Cento Lire? dedicate all?arte in carcere. Nel giugno 2000 è uscito il suo secondo romanzo, Donne donne, sempre per Ugo Guanda Editore, che nel 2003 è uscito in Grecia. Nel gennaio 2002 è uscito il suo terzo romanzo per Guanda Editore: Il commissario Bordelli, uscito in Portogallo nel 2003 e in Germania nel 2004.
Nel febbraio 2003 è uscito Una brutta faccenda, il secondo episodio del Commissario Bordelli, che è stato acquistato, come il primo della serie, da editori tedeschi e portoghesi e, in seguito, spagnoli.
Nel maggio 2004 è uscito Il nuovo venuto, terzo episodio della serie del Commissario Bordelli.
Nel 2005 è uscito Perché dollari?, quattro lunghi racconti. Da uno di questi racconti, Reparto Macelleria, la Scuola di Narrazioni Arturo Bandini (in collaborazione con il Comune di Poggibonsi) sta producendo uno spettacolo che sarà interpretato da Giovanni Fochi.
Lavora per la televisione come sceneggiatore. In preparazione il suo prossimo romanzo.

Francesco Botti nasce ad Arezzo nel 1971 attivo come attore dal 1990, si è specializzato presso la Scuola D?Arte Drammatica ?Paolo Grassi? di Milano studiando con Kuniaki Ida, Giampiero Solari, Elisabeth Boeke, Allegri ed Emanuele De Checchi.
Nel periodo 1996 – 2001 partecipa a produzioni teatrali presso Teatro Out Off di Milano, CRT salone di Milano, Festival Intercity, Cantiere Internazionale di Montepulciano, Prato Fabbrica Cultura, Il Teatro e il Sacro e altri. Contemporaneamente approfondisce la sua formazione partecipando a seminari e corsi con Giorgio Rossi, Marisa Fabbri, Loriano della Rocca (ex Cricot 2 di Tadeusz Kantor), Sergio Pisapia Fiore e Giulia Lazzarini.
Autore di testi teatrali e narrativa, attualmente lavora come regista presso l?Associazione TERìACA nelle produzioni della compagnia di teatrodanza, in collaborazione con la ?Scuola di Tarantella e Danze Popolari del Mediterraneo? Taranta Power di Bologna.

Si ringrazia l?Università di Siena, Facoltà di Lettere e Filosofia con sede in Arezzo per la gentile collaborazione, l?incontro con Melissa P. si svolgerà infatti presso il Colle del Pionta nelle strutture dell?Università.
Si ringrazia l?Associazione Creatika per la sponsorizzazione dell?iniziativa.

Articlolo scritto da: Pratika.net