Creata una nuova figura professionale

Si è svolto stamani ad Arezzo il convegno europeo che ha concluso il progetto Master- Equal, dedicato alla formazione di operatori nel settore del restauro, della decorazione murale e della tecnica dell?affresco (?un futuro per i mestieri del passato?). L?assessorato alle politiche comunitarie vi aveva aderito come capofila, in partnership con altri soggetti nazionali e transnazionali, con l?obiettivo di creare una nuova figura professionale di medio alto livello, in grado di trovare impiego presso laboratori pubblici e privati. Trecento le persone che hanno aderito all?iniziativa, di età compresa fra i 18 e i 50 anni: 45 di queste sono state ammesse ai corsi dopo accurata selezione e divise in tre gruppi di lavoro, per un totale di 920 ore trascorse ad Arezzo, Rapolano Terme, ma anche all?estero, con due stages in Francia e in Spagna. Il dato interessante è relativo al fatto che il 70 per cento dei corsisti, inizialmente in posizione marginale sul mercato del lavoro, ha trovato occupazione dopo la conclusione del master.
Stamani, all?apertura dei lavori, sono intervenuti fra gli altri il sindaco Lucherini e il vicesindaco Ammirati.

?Sono particolarmente soddisfatto dei risultati di un convegno così importante ? ha detto l?assessore Gianni Cantaloni ? perché è stato il giusto riconoscimento al coraggio che l?amministrazione comunale e il sindaco in primis hanno avuto nell?aderire a questo progetto. La presenza di Istituzioni, rappresentanti della Regione Toscana, della Soprintendenza, della Provincia, dell?Università degli studi di Siena e della Asl, nonché delle imprese e delle associazioni di categoria, fa ben sperare per la nostra proposta di creare una struttura permanente, la Scuola Superiore europea dei mestieri e delle Arti, in grado anche dopo la conclusione del Master di renderne permanenti i risultati?.

Articlolo scritto da: Comune di Arezzo